Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 14 dicembre 2017
Articolo di: lunedì, 24 ottobre 2011, 1:22 p.

Il Gozzano riagguanta il Mapello

Strepitoso Mordenti che para un calcio di rigore sull'1-0 per gli ospiti

GOZZANO - Parità finale tra il Gozzano e il Mapello bonate che rispecchia in pieno l’andamento della gara, anche se il Gozzano nella seconda frazione va diverse volte vicino al gol vittoria. Un primo tempo di chiara marca ospite: i bergamaschi giocano in scioltezza e trovano al 22’ il meritato vantaggio, ma al 36’ non concretizzano un rigore grazie all’ottima parata di Mordenti e così è il Gozzano a pareggiare dopo cinque minuti. Nel secondo tempo inversioni di ruoli: il Gozzano fa la partita e crea molto, ma la rete della vittoria non arriva. Il Mapello bonate parte subito forte e al 7’ è bravo Mordenti a chiudere lo specchio sul tiro di Badara Diop.

All’11’ è invece Teoldi ad andare vicino alla rete con una rasoiata a incrociare che va fuori di pochissimo. Al 22’ il Mapello bonate passa con un’azione da manuale: Badara Diop serve Paganelli, cross di quest’ultimo per Sorti appostato sul secondo palo, appoggio di testa al centro per Marco Romanini che di prima trafigge Mordenti. Mapello bonate che non si ferma e continua a creare occasioni: Badara Diop si beve Casella e va al tiro, Mordenti manda in angolo, poi è Sorti a liberarsi di due uomini e a calciare in porta, ancora Mordenti chiude. Al 35’ Sorti si incunea in area, Calza cerca di intervenire scontrandosi con l’avversario e l’arbitro assegna il rigore. Mordenti però intuisce il lato scelto da Sorti ed evita il raddoppio. Gozzano che torna in parte il sorriso a Mauro Lesina dopo il fischio finale che sancisce laparità tra Gozzano e Mapello bonate. Nonostante un primo tempo di sofferenza e il rischio del tracollo qualora Mordenti non avesse parato il rigore di Sorti, nel secondo tempo il Gozzano mostra il giusto carattere e sfodera una bella prestazione anche senza la gioia della vittoria: «Avessero segnato il secondo gol non so come sarebbe andata a finire, devo perciò fare i complimenti e ringraziare Mordenti, un grande giocatore e un grande uomo, non giocava da otto partite e oggi ha dimostrato ancora una volta il suo valore. Ovviamente siamo contenti della reazione, nel secondo tempo eravamo padroni del campo e con un pizzico di precisoine in più si poteva vincere, ma un punto va comunque bene».

Le assenze hanno sicurasi toglie di dosso la paura e così 5 minuti arriva il pareggio: Vasoio triangola con Zirafa al limite dell’area e una volta ricevuta palla trova la rete con un precisissimo diagonale. Nella seconda frazione il Gozzano rientra in campo con un atteggiamento ben diverso, i ragazzi di Lesina cominciano così a creare occasioni, soprattutto dal 13’ quando entra in campo Ricky Poi. Proprio Poi al 15’ ci prova con una tiro a giro, Crescenti interviene ma la ribattuta è corta, Akassou però viene anticipato all’ultimo da un difensore.

Al 20’ ancora Poi, botta dalla distanza, Crescenti tocca quanto basta per spedire la palla contro la traversa. Gemelli, titolare per la prima volta, mostra il suo valore al 23’: percussione centrale da centrocampo, si libera di 3 uomini e serve Cabrini, ma il tiro è troppo centrale. Al 37’ azione di contropiede, Poi entra inarea ma sciupa calciando a lato. Due minuti dopo viene espulso il neontrato Lunardon, forse per qualche parola di troppo all’arbitro, ma il Gozzano non demorde così al 40’ Cabrini ruba palla ad un difensore e ci prova di sinistro, botta potente ma Crescenti di piede risce a intervenire. L’ultima emozione della partita la crea però il Mapello bonate nei secondi finali: angolo, la palla arriva a Paganelli che calcia in porta, Alvitrez è appostato sulla linea di porta e salva il risultato sul fischio finale.

Vittorio Pessina

Articolo di: lunedì, 24 ottobre 2011, 1:22 p.
^ Top