Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 16 dicembre 2017
Articolo di: mercoledì, 09 novembre 2011, 9:19 p.

Il Gozzano s’illude, ma poi crolla: 1-4

Serie D: avanti con Danini, nella ripresa dà via libera al Castellana

Come a Carpenedolo un mese fa. Chiusa avanti la prima frazione di gioco, il Gozzano crolla nella ripresa, prende quattro gol e comincia a guardare con un pizzico di apprensione alla classifica, anche alla luce dei risultati che sono maturati sugli altri campi. Lesina in apertura, come previsto, cambia alcune pedine rispetto a domenica, per turnover e per esigenze tecnico-tattiche: tra i pali torna Steni, in difesa insieme a Mallus c’ è Danini, a centrocampo Cassani prende il posto di Gemelli con Vasoio a fare coppia in attacco con Poi e Zirafa in panchina.

L’avvio di partita è favorevole ai rossoblù, che di rimessa pungono e fanno male, mentre i padroni di casa fanno essenzialmente giro palla. Il match si sblocca al minuto 18: corner perfettamente calibrato di Poi, Danini stacca in cielo ed insacca di testa il vantaggio ospite. Sulle ali dell’entusiasmo il Gozzano continua a premere e cinque minuti dopo potrebbe portare a due le sue reti: conclusione da fuori area di Poi e pallone che accarezza il montante.

La Castellana, accusato il colpo, si sveglia e comincia ad essere pericolosa. In tre diverse occasioni è Bertazzoli ad andare vicinissimo al pareggio: al 32’ l’attaccante lombardo non concretizza un cioccolatino di Cò, al 34’ invece è Steni a dirgli di no e solamente sessanta secondi la sua sassata va a sfiorare l’incrocio dei pali. Il Gozzano allenta la pressione con una punizione del solto Poi che però è imprecisa.

Ripresa: pronti, via, passano 15 secondi e Bertazzoli fa centro, presentandosi puntuale all’appuntamento su cross di Ligarotti. La Castellana cresce e ci crede, il Gozzano arretra ed ha paura. Il 2-1 è quasi immediato, una logica conseguenza: al 57’ Micheloni vede Andriani, lo serve con un bel cross che il numero 4 trasforma in gol di testa, beffando Steni. Il Gozzano ci prova con Silva, ma poco prima della mezzora il suo tiro potente è leggermente schiacciato.

La partita si chiude a 10’ dal termine: il solito Bertazzoli, incubo per la difesa novarese, serve Avanzini. Steni non può far altro che travolgerlo in area: l’arbitro, forse troppo severo, non solo concede il giustissimo rigore, ma tira fuori anche il rosso all’indirizzo dell’estremo difensore rossoblu. Fuori Frascoia, dentro Mordenti, che però non ripete la prodezza di dieci giorni fa con il MapelloBonate: il rigore di Micheloni è vincente. La formazione del presidente Cerutti non ne ha più e così prima della conclusione c’è spazio anche per il poker: Avanzini calcia, Mordenti respinge, il giovane Olivetti ribatte in rete.

Termina 4-1, domenica con l’Aurora Seriate il Gozzano deve assolutamente tornare a vincere.

Daniele Piovera

Articolo di: mercoledì, 09 novembre 2011, 9:19 p.
^ Top