Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 18 dicembre 2017
Articolo di: martedì, 28 febbraio 2012, 2:13 p.

il Premio Giovani Artisti alla terza edizione

Sabato 3 marzo l'inaugurazione della mostra a Villa Marazza a Borgomanero

BORGOMANERO – Sarà inaugurata sabato 3 marzo la mostra del Premio Giovani Artisti, l'iniziativa dell'assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Borgomanero volta a valorizzare i talenti emergenti, giunta alla terza edizione. Villa Marazza ospiterà le opere dei 53 artisti iscritti fino a sabato 10 marzo; per la prima volta quest'anno il concorso era aperto anche ai giovani della provincia di Biella, che si è andata ad aggiungere alle province di Novara, Vercelli, Verbania e Varese presenti nelle scorse edizioni.

Spiega l'assessore Roberto Nonnis: «Il Premio Giovani Artisti si avvale di un'originale forma che prevede due momenti espositivi: il primo, quello che si inaugurerà il 3 marzo, vede la tendenziale partecipazione di tutti gli artisti iscritti; il secondo, durante la Festa dell'Uva, si terrà nelle gallerie Borgo Arte ed Eventinove e ospiterà solo le opere selezionate da un'apposita giuria. Il pubblico potrà partecipare alla selezione dei vincitori votando attraverso cartoline voto in distribuzione nelle gallerie».

Come l'anno scorso la giuria è presieduta dal giornalista Carlo Panizza ed annovera tra i suoi membri prestigiosi esponenti del panorama artistico nazionale e non solo: lo scultore Alberto Cotogno, il pittore Sergio Floriani ed il critico Giuseppe Marucco; completa il quadro il curatore, l'architetto Marco Emilio Bertona, un giovane anche in questo caso.

Ad assicurare il sottofondo musicale del vernissage sarà la Free Soul Band del laboratorio musicale dell'ITI "Leonardo da Vinci", coordinato dal professor Michelangelo Di Cerbo: «Anche in questo caso - commenta Nonnis - la scelta non è stata fatta a caso, ma per valorizzare quei giovani che pur impegnandosi a fondo rimangono "invisibili", oscurati dai protagonisti di fatti di cronaca o di trasmissioni televisive di dubbio gusto».

La mostra è visitabile a Villa Marazza (viale Marazza 5 Borgomanero) dal 3 al 10 marzo con i seguenti orari: martedì, mercoledì e giovedì: 14 - 19; venerdì e sabato: 9 - 12 e 14 – 18.

Valentina Sarmenghi 

Articolo di: martedì, 28 febbraio 2012, 2:13 p.

Dal Territorio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio
MAGGIORA - Abigaille Zanetta era nata a Suno nel 1875, ma la sua famiglia, il papà Bartolomeo e la mamma Maddalena Marucco,  era originaria di Maggiora. E sempre a Maggiora  iniziò la sua carriera professionale come insegnante presso il locale Asilo Infantile. Attività questa che non l’avrebbe fatta assurgere agli onori della cronaca tanto da essere(...)

continua »

Altre notizie

^ Top