Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 21 novembre 2017
Articolo di: sabato, 03 novembre 2012, 9:07 p.

Il ristorante Pinocchio ha compiuto 50 anni

Il celebre locale di Borgomanero fu inaugurato il 2 novembre 1962

BORGOMANERO – Il 2 novembre non è solo il giorno della ricorrenza dei defunti ma per qualcuno rappresenta un giorno importante della vita. E quel qualcuno è il grande chef Piero Bertinotti, “patron” del blasonato ristorante “Pinocchio” di Borgomanero che proprio ieri, venerdì 2 novembre 2012 ha festeggiato il 50° compleanno del suo locale o meglio del “Bar Pinocchio” che i suoi genitori aprirono in una fredda e uggiosa giornata del 1962. Grazie alla mamma Piero iniziò ad amare l’arte culinaria diventando ben presto uno degli esponenti di assoluto prestigio in ambito internazionale. “La mamma – dice Piero – era insuperabile nel preparare certe ricette che ancora oggi son tra i piatti più significativi della mia cucina, come ad esempio la paniscia.”. Poi l’estro di Piero ha avuto il sopravvento con la conquista pochi anni dopo della prestigiosa Stella Michelin e la citazione nelle più prestigiose guide eno gastronomiche a livello mondiale. Bertinotti, classe 1938, in mezzo secolo ha ottenuto importanti riconoscimenti in Italia e all’estero cucinando per Capi di Stato e di Governo senza mai “montarsi la testa”. Neppure quando l’ex Presidente della Fiat avvocato Gianni Agnelli gli chiese di preparare il “secondo piatto” per tremila “potenti della Terra” in occasione del centenario dell’azienda torinese. Lo chef borgomanerese preparò la celebre “anatra del Lingotto” che ancora oggi figura nella “carta” del Pinocchio. O quando, dopo aver preparato un risotto assolutamente insuperabile per l’ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi , la signora Franca moglie del Capo dello Stato lo raggiunse in cucina chiedendogli il “bis”. Ma tra i tanti riconoscimenti ricevuti quello a cui tiene maggiormente è l’elezione a “Borgomanerese dell’anno 2001”. In quell’occasione , pianse dalla commozione. Ieri sera venerdì Piero ha voluto riunire amici e colleghi per una serata conviviale e per ringraziare pubblicamente i suoi collaboratori e in modo particolare la sua “bellissima famiglia”: la moglie Luisa, i figli Paola (sommellier e preziosa collaboratrice ai fornelli) e Andrea e la nuora Laura, impareggiabile e insostituibile in sala perchè, diciamo noi, “se non ci fosse bisognerebbe inventarla”.

Carlo Panizza

Articolo di: sabato, 03 novembre 2012, 9:07 p.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top