Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 22 novembre 2017
Articolo di: lunedì, 25 luglio 2011, 2:39 p.

Il Torino Football Club in ritiro sul lago d’Orta

Dopo le Dolomiti proseguirà la preparazione estiva a Omegna

OMEGNA - Dal 2 al 13 agosto il Torino Football Club sarà in ritiro sul Lago d’Orta. Dopo il periodo di allenamento estivo nelle Dolomiti bellunesi di Sappada, il club granata ha scelto di proseguire la preparazione pre-campionato ad Omegna, con pernottamento a Pettenasco, e con un’ ‘uscita’ allo stadio Pedroli di Verbania.

L’arrivo dei ragazzi di Gianpiero Ventura è atteso all’hotel Approdo di Pettenasco per le 13 di martedì 2 agosto. Subito, il primo allenamento sul campo dello stadio Liberazione di Omegna, dove la squadra sarà impegnata sia al mattino che al pomeriggio per gli undici giorni di presenza nel Cusio. La partenza è prevista per il pomeriggio, dopo l’ultimo allenamento mattutino ad Omegna, sabato 13 agosto.

Due le amichevoli in programma. Domenica 7 agosto alle 20.30 allo stadio Pedroli di Verbania la partita tra due delle protagoniste dello scorso campionato cadetto: Torino e Varese. Altro appuntamento giovedì 11 agosto alle 17.30 per il match che vedrà confrontarsi al Liberazione il Torino con  l’Omegna.

Il programma del secondo ritiro estivo del Torino Football Club è stato presentato con un incontro con la stampa presso la sede della Provincia del Verbano Cusio Ossola, alla quale – tra gli altri – ha partecipato Antonio Comi, attualmente responsabile del settore giovanile della squadra granata. Ne vestì la maglia – con il ruolo di centrocampista – dal 1982 al 1989, per poi passare alla Roma  e nel 1994 al Como. “Spero davvero si stringa un rapporto stabile tra questo territorio e il Torino – e tutte le premesse ci sono perché ciò avvenga – anche per quanto riguarda il suo settore giovanile, viste le strutture alberghiere e gli impianti sportivi di cui dispone” ha ribadito Comi.

”Dopo l'esperienza a Macugnaga, sono felice di aver trovato un accordo con la Regione Piemonte per riportare il Toro sul suo territorio: sono sicuro che la vicinanza dei tifosi granata che ‘invaderanno’ Omegna, ogni giorno, potrà trasmettere alla squadra grande passione e voglia di ottenere i risultati che tutti noi speriamo conseguire. Le istituzioni del territorio – dichiara nel messaggio che ha fatto pervenire il Presidente del Torino FC Urbano Cairo – si sono dimostrate in questi mesi attente e capaci nel recepire le nostre richieste di tipo organizzativo: sono sicuro che ci sarà grande collaborazione con lo staff della nostra Società affinché questa seconda fase di ritiro, fondamentale per la preparazione al campionato, avvenga nel miglior modo possibile”.

“La presenza del Torino Calcio nel Verbano Cusio Ossola per la seconda parte del ritiro estivo, mi rende felice per almeno due ragioni; – afferma il Presidente del Consiglio regionale del Piemonte Valerio Cattaneo – la prima è legata alla mia incrollabile e indiscussa fede granata che ovviamente mi inorgoglisce per l’occasione di avere proprio qui, nel VCO, il “grande Toro”. Il secondo motivo si richiama all’occasione di promozione del territorio che può derivare da questo evento sportivo; mi risulta infatti che i tifosi del Torino si dimostrano sempre molto vicini alla squadra, seguendola in ogni dove e incoraggiandola senza remore. Mi auguro davvero che questa parentesi di preparazione tra i nostri laghi e le nostre montagne, possano portare fortuna al Torino che vorremmo tutti vedere presto, anzi prestissimo, ancora in serie A. L’obiettivo della Regione è creare le condizioni perché questo appuntamento diventi stabile ed abbia una sua continuità”.  

“Crediamo che sport ed eventi sportivi possano essere un valido strumento di promozione territoriale. Dopo la visibilità mediatica ottenuto con l’arrivo e partenza dal Verbano Cusio Ossola del Giro d’Italia, riteniamo che la presenza sul Lago d’Orta di una squadra blasonata e amatissima dai suoi tifosi come il Torino, sia un’altra buona occasione per mettere in primo piano il nostro territorio. In questi undici giorni giocatori e staff tecnico – è il commento del Presidente del Verbano Cusio Ossola Massimo Nobili – troveranno  tutto quello serve per effettuare al meglio questa fase di preparazione agonistica. Dopo i ritiri di qualche anno fa a Macugnaga, ci candidiamo a diventare luogo prescelto per questi periodi di allenamento estivo. Sono sicuro non mancheranno il calore e l’affetto dei tanti fan, del posto e da fuori provincia, che vorranno seguire da vicino la propria squadra del cuore” .

“La collaborazione tra territori, che geograficamente sono un tutt’uno, ci dà la forza di poter dar corso a questi investimenti sul piano del marketing turistico”  ha rimarcato il Vicepresidente della Provincia di Novara Luca Bona.

“Sono molto emozionato – ha detto il Vicesindaco di Omegna Giulio Lapidari – perché è con grande soddisfazione che oggi presentiamo questo risultato, frutto della sinergia tra tanti partner – istituzionali e privati – che hanno accolto questa idea. Tra questi la Fondazione Comunitaria del VCO. Al suo progetto LIFT, a sostegno dell’occupazione e dei lavoratori in difficoltà della nostra Provincia, andrà un euro per ciascun ingresso alle due partite amichevoli del 7 e dell’11 agosto”.

“L’Omegna Calcio – ha ricordato il suo Presidente Matteo Fornara – condivide con il Torino l’anno di nascita: il 1906. Grazie a una stretta collaborazione con il Comune di Omegna, questo ritiro è per noi un vero investimento: abbiamo rifatto il terreno di gioco del Liberazione e adesso, sempre con il Comune, stiamo attrezzando la palestra secondo gli standard richiesti dalla squadra. C’è grande attesa per la sfida del prossimo 11 agosto, a cui seguirà il 25 agosto un altro momento per noi straordinario: la partita con il Novara Calcio, a pochi giorni dal suo ritorno in serie A”.

45 i componenti del team granata – tra giocatori, staff tecnico e dirigenziale – che soggiornerà tra Pettenasco e Omegna nella prima metà di agosto e che, stando ai precedenti, richiamerà sul Lago d’Orta dai 2 ai 3 mila fan.      

Redazione online

 

Articolo di: lunedì, 25 luglio 2011, 2:39 p.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top