Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 15 dicembre 2017
Articolo di: giovedì, 08 marzo 2012, 4:37 p.

"Il tribunale resti a Borgomanero"

La senatrice Biondelli scrive al Ministro della Giustizia per mantenere la sede in città

BORGOMANERO - Con un'interrogazione scritta al Ministro della Giustizia, la senatrice borgomanerese Franca Biondelli del Pd chiede al Ministro della Giustizia di mantenere il tribunale a Borgomanero. La revisione delle circoscrizioni, che è in discussione, prevede infatti una drastica revisione della geografia giudiziaria con la soppressione dei piccoli tribunali. Tra le sedi a rischio ci sono tutte quelle non in un capoluogo di Provincia e quindi anche quella della città agognina.

"Ma il tribunale di Borgomanero per le caratteristiche e i dati rappresenta una realtà di sicura efficienza della giustizia e di valido servizio alla cittadinanza - spiega Biondelli - quindi è da mantenere". Tra le argomentazioni portate a sostegno c'è il fatto che il tribunale si trovi a metà strada fra i capiluogo di Provincia di Verbania e Novara e perciò sia da sempre punto di riferimento per un ampio bacino di utenza, stimato in circa 100 mila persone, oltre che per centinaia di aziende del distretto. "Inoltre è sempre stata una sede giudiziaria con un carico di lavoro considerevole, al punto che ancora non molto tempo fa era stato proposto di farne sede di Tribunale centrale" ricorda Biondelli. In effetti, nonostante per la carenza di organico alcuni procedimenti siano ora trattati a Novara, le iscrizioni nel corso del 2011 sono state oltre 1500. Precisamente 1289 civili e 385 penali. Le sentenze sono state 415 per il civile e 271 per il penale. Mentre i decreti ingiuntivi sono stati 704. In totale nell'ultimo triennio il numero di cause trattate è stato stabile con una leggera flessione per le cause civili e un incremento invece per i procedimenti penali. Altissimo poi l'indice di produttività: "Il carico di lavoro è notevole - prosgue Biondelli - Il solo contenzioso civile e le tutele corrispondono ad un terzo del carico di lavoro di Novara e le sentenze penali emesse hanno raggiunto la metà del numero di sentenze emesse dal Tribunale di Novara". In ultimo, la senatrice Pd sottolinea la modernità della sede di Borgomanero: "E' ospitata in un edificio inaugurato nel 1986 ed è stato il primo ufficio giudiziario interamente informatizzato, tanto da essere più volte premiato ed indicato come modello in Italia".

Lucia Panagini

Articolo di: giovedì, 08 marzo 2012, 4:37 p.
^ Top