Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 20 novembre 2017
Articolo di: mercoledì, 03 ottobre 2012, 9:33 m.

Il vescovo di Sarajevo ospite a Borgomanero

Fu testimone dell'assedio della città durante la guerra in Bosnia

BORGOMANERO - “Vent’anni dopo la tragedia dei Balcani, quale pace per Sarajevo oggi?”: questo il tema dell’incontro che si terrà sabato 6 ottobre alle 16 nella sala conferenze “Don Gianni Cavigioli” dell’Oratorio Parrocchiale di via Dante nell’ambito delle iniziative dell’Ottobre Missionario programmate dal Centro missionario diocesano. Relatore monsignor Pero Sudar, Vescovo ausiliare di Sarajevo che fu testimone diretto del lungo assedio alla città dell’ex Jugoslavia. Nato a Bare il 3 luglio 1951 monsignor Sudar venne ordinato sacerdote il 29 giugno 1977. Quale primo incarico, svolse per due anni la funzione di cappellano a Komušina, in Bosnia ed Erzegovina. Successivamente si trasferì a Roma presso la Pontificia Università Urbaniana per conseguire il dottorato in diritto canonico. Dal 1986 è professore di diritto canonico alla facoltà teologica a Sarajevo, inoltre dal 1989 è rettore del seminario arcivescovile. Il 28 maggio 1993, quando ancora la città era assediata dall'esercito serbo, Giovanni Paolo II lo nominò vescovo ausiliare di Vrhbosna-Sarajevo. Fu consacrato vescovo dall'arcivescovo Vinko Puljić, il 6 gennaio 1994, co-consacranti il cardinale Franjo Kuharić ed il vescovo Ćiril Kos. Incaricato per i cattolici croati all'estero, per i rapporti con lo Stato, è presidente della commissione giustizia e pace. Promotore delle scuole interetniche, è considerato una delle personalità più importanti nella lenta ma inesorabile ricostruzione civile e morale nel dopoguerra della ex Jugoslavia. Nel 2005 questo suo impegno fu riconosciuto con il premio "Cardinale-Re" dalla fondazione viennese “Communio et Progressio”. Monsignor Sudar concluderà la sua giornata borgomanerese celebrando alle 18 nella Collegiata di San Bartolomeo la messa prefestiva.

Carlo Panizza

Articolo di: mercoledì, 03 ottobre 2012, 9:33 m.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top