Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 23 gennaio 2018
Articolo di: martedì, 26 giugno 2012, 12:00 m.

Imprenditore edile evade il fisco per un milione di euro

Scoperto dalle Fiamme Gialle di Borgomanero

BORGOMANERO - Uno stimato imprenditore aronese, titolare di un'impresa edile, è stato scoperto quale evasore da parte della Compagnia di Borgomanero del comando provinciale della Guardia di Finanza di Novara. L'uomo ha sempre adempiuto agli obblighi fiscali, come rilevato dai militari della Compagnia di Borgomanero, denunciando un volume d’affari cospicuo a dispetto della crisi economica del momento. "Eppure - spiegano le Fiamme Gialle - attraverso una verifica fiscale, si è potuto dimostrare una serie di anomalie e irregolarità tese ad abbattere l’imposizione fiscale e ad evadere il Fisco. Nel corso dell’attività ispettiva si è potuto infatti constatare e dimostrare come l’imprenditore con sistematicità si avvalesse di piccoli fornitori per la realizzazione di specifiche prestazioni edili. Elemento comune a questi era la totale assenza di lavoratori dipendenti e di macchinari che ne consentissero la riuscita della prestazione oltre che la specifica e comune qualifica di “evasore totale”".
"Il dato più eclatante - proseguono le Fiamme Gialle - è emerso dalla lettura dei contratti stipulati con i fornitori locali: contratti “standards” privi di qualsiasi riferimento circa le lavorazioni da svolgere; contratti mai registrati; contratti riportanti specifiche clausole che consentono di bloccare i pagamenti in mancanza di idonea documentazione previdenziale e assistenziale. La presenza di questi elementi, non riscontrati nella prassi, ha confermato l’utilizzo di contratti che l’imprenditore aronese ha stipulato con i piccoli fornitori locali, per celare, forse, un rapporto di reale dipendenza con la ditta verificata e non di lavoro affidato a soggetti terzi".I militari, analizzando le fatture utilizzate dall’imprenditore, ne hanno constatato la presenza di descrizioni generiche e sommarie riguardo ai lavori eseguiti in deroga a quanto previsto dalla normativa fiscale."L’esito dell’attività ispettiva ha permesso quindi di recuperare a tassazione costi indebitamente detratti per un totale di circa 1 milione di euro che lo stimato imprenditore aveva inserito in contabilità al fine di abbattere l’imposizione fiscale".
"L’ennesimo risultato conseguito – commenta il colonnello Angelo Russo, Comandante Provinciale delle Fiamme Gialle – nel settore del contrasto alla evasione fiscale. Un risultato che ha permesso di sanzionare una procedura collaudata e perpetrata negli anni, tesa a sottrarre all’imposizione fiscale costi indebitamente detratti, e a far emergere un rapporto di collaborazione con soggetti terzi celando un plausibile rapporto di reale dipendenza con questi”.

Monica Curino

Articolo di: martedì, 26 giugno 2012, 3:08 p.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top