Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 24 gennaio 2018
Articolo di: lunedì, 17 settembre 2012, 9:10 m.

Inaugurata a Borgomanero la nuova sede della Croce Rossa Italiana

E' già la nuova casa per i 212 volontari del soccorso

BORGOMANERO – E’ stata inaugurata ieri, domenica 16 settembre, alle 17, la nuova sede operativa del locale Comitato della Croce Rossa Italiana realizzata in via Papa Giovanni XXIII su progetto dell’ingegner Cesare Ruga e dell’architetto Cristina Rabaini su un terreno che il Comune ha concesso in comodato gratuito alla Cri. I lavori iniziati nel febbraio del 2011 hanno comportato un impegno di spesa di un milione e duecentomila euro. Da oggi l’edificio diventerà la nuova casa per i 212 volontari del soccorso la cui attività è coordinata dal presidente Claudio Colaci. Nello stabile troveranno posto oltre ai mezzi in dotazione della Cri, dodici ambulanze, quattro auto e una barca anche  il magazzino della Protezione civile locale. Alla cerimonia di inaugurazione sono intervenute diverse autorità civili e militari: tra queste il vice sindaco di Borgomanero Sergio Bossi, il presidente del Consiglio comunale Diego Vicario, l’onorevole Giuseppe Cerutti e l’assessore alla Polizia Urbana e alla Cultura Ignazio Stefano Zanetta. Presente anche il commissario provinciale della Cri Stefano Cavagliani. A tagliare il nastro è stato il dottor Ugo Mauri, primario emerito di radiologia dell’Ospedale Ss. Trinità che trentaquattro anni fa fu tra i fondatori del Comitato borgomanerese della Croce Rossa. Sino a qualche giorno fa i volontari avevano sede nel cortile dell’Ospedale cittadino in un prefabbricato utilizzato negli anni ’70 dai terremotati del Friuli.

Carlo Panizza

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sulle prossime edizioni del Corriere di Novara in edicola o direttamente online in versione digitale sfogliabile 

Articolo di: lunedì, 17 settembre 2012, 9:10 m.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top