Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 12 dicembre 2017
Articolo di: lunedì, 04 luglio 2011, 3:12 p.

Internet gratuito, Omegna sempre più Wi Fi

E l’assessore all’Informatizzazione Songa pensa al Forum

OMEGNA - Connessioni ad internet gratuite in spazi cittadini sempre più grandi. L’adeguamento alle nuove tecnologie arriva anche in città e a farsene carico, in questo caso, è il Comune. Dopo l’annuncio, lo scorso dicembre, dell’apertura di un area “Wi- Fi” in prossimità del Municipio e nella zona di  largo Cobianchi, lo scorso giovedì 30 giugno è stata ufficialmente presentata la realizzazione di una seconda zona. Si tratta dell’area compresa tra il lungolago (zona giardini pubblici-  piazza Martiri della Libertà) per un tratto che lambisce la discoteca Kelly, spaziando in mezzo al lago. Con 5.000 euro l’assessorato all’Informatizzazione, in collaborazione con i funzionari comunali preposti, è riuscito a dar vita a questa seconda antenna che amplia l’offerta, annunciata già a fine 2010. Soddisfatto Luigi Songa, assessore competente, che insieme ai tecnici della ditta incaricata ne ha dato notizia in conferenza stampa. Viene spontaneo chiedere quale sarà la prossima area che potrà beneficiare di questa connessione, completamente gratuita. «La terza area presso cui intervenire era, in principio, la zona dove sorgerà il polo liceale - ha detto Songa - Ma per motivi legati ai lavori di realizzazione abbiamo preso in considerazione la zona del Forum». In attesa che venga ultimato il liceo Songa si porta avanti e, lo scorso giovedì, ha comunicato proprio quest’ultima proposta dinnanzi al presidente del Forum Vincenzo Mangolini e al direttore Alberto Poletti, che hanno accolto con piacere questa cambio di rotta. Chi naviga con la rete Wi- Fi può contare su 6 mega byte di velocità. Ogni cittadino italiano vi può accedere seguendo semplicemente le istruzioni; attraverso il proprio numero di cellulare, richiesto per attivare la connessione, viene registrato. Non è così però per i cittadini stranieri, molti dei quali nei propri Paesi possono acquistare le sim dei propri cellulari senza registrazione (come avviene invece in Italia) e rivenderle senza vincoli. A chi di loro sarà interessato verrà chiesto il documento di identità da esibire al momento della registrazione nelle sedi stabilite dal Comune.

Luisa Paonessa

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato

 

Articolo di: lunedì, 04 luglio 2011, 3:12 p.
^ Top