Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 27 luglio 2017
Articolo di: domenica, 20 gennaio 2013, 9:19 p.

La Cunsurtarija dal Tapulon sul “muretto” di Alassio

Il logo borgomanerese sarà riprodotto insieme a quello di altre confraternite enogastronomiche

BORGOMANERO – Il logo dell’Antica Cunsurtarija dal Tapulon riprodotto su una piastrella in ceramica verrà collocato sul famoso “muretto” di Alassio realizzato nel 1951 nella famosa località balneare su iniziativa di Mario Berrino ed Ernest Hemingway. Lo ha annunciato l’Araldus dell’associazione Carlo Panizza.
Sul celebre “muretto” che da oltre mezzo secolo ospita importanti sfilate di moda e concorsi di bellezza sono già stati collocati i loghi delle più importanti confraternite eno-gastronomiche italiane. Domenica scorsa la Cunsurtarija ha festeggiato il 10° compleanno. Venne infatti istituita il 16 gennaio 2003 su iniziativa di alcuni borgomaneresi: Nino Margaroli (“Primus Comes”), Errico Alfani (Notarius), Carlo Panizza (Araldus), Franca Gattoni Mercalli (Secretariae), Giuseppe Bacchetta (Custodes linguae), Piero Velati (Poetae), Alfredo Papale (Historicus), Maurizio Gallo (Vestium mercator), Tiziano Godio (Tabernae Cocus) trainati dal compianto “Ideologus” architetto Piermario Pettinaroli. La festa si è aperta con il ricevimento nell’aula consigliare di Palazzo Tornielli da parte del Sindaco Anna Tinivella e dell’onorevole Maria Piera Pastore (entrambe socie della “prima ora” della Cunsurtarija). Ha fatto seguito la cerimonia di “intronizzazione” di quattro nuovi soci: il Capitano Nerio Celli, 52 anni, Comandante della locale Compagnia della Guardia di Finanza; Nicola Colombo, 36 anni, Cavaliere dell’Ordine Obertengo del raviolo e del Gavi nonché Grande Ambasciatore della Confraternita del Bollito misto di Milano; Marco Grazioli, 48 anni, ex Assessore e attuale consigliere comunale a Oleggio; e Ignazio Stefano Zanetta, già vice Sindaco e attuale Assessore al Comune di Borgomanero con delega a bilancio, tributi, personale, organizzazione, servizi informatici, sicurezza, polizia locale e cultura. Prima di essere ammessi nella Cunsurtaria i nuovi soci hanno dovuto pronunciare il motto dell’associazione “fa dal ben e lassa zi”(fa del bene e lascia che gli altri parlino) preceduta da un assaggio di tapulone preparato dalla Trattoria del Ciclista di via Rosmini, sede della Cunsurtarija. A due già soci, Anna Soldi Basso e Daniele Godio è stata invece conferita la “mantellina” quale segno di riconoscenza per l’attività svolta all’interno del sodalizio. Sono seguiti gli interventi degli storici locali Alfredo Papale che ha parlato sul tema “Topografia urbana e Collegiata di San Bartolomeo” e Giuseppe Bacchetta che ha parlato della storia dei Tornielli mentre il poeta Piero Velati ha recitato la poesia “Al Tapulon”. Hanno fatto seguito la visita guidata dal dottor Papale e dal Prevosto don Piero Cerutti alla Collegiata di San Bartolomeo e il pranzo presso il ristorante “Da Paniga” al quale hanno partecipato i rappresentanti di quattordici Confraternite eno-gastronomiche piemontesi, lombarde e alla transalpina “Commanderie du Cassis et Berry”. Perfetta come al solito l’organizzazione curata nei minimi particolari da Franca e Gigi Mercalli.

Redazione on line

Articolo di: domenica, 20 gennaio 2013, 9:19 p.
youkata
^ Top