Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 20 novembre 2017
Articolo di: sabato, 01 settembre 2012, 10:53 m.

La Festa della Lega aperta da Bossi

Alla platea di 200 militanti: “L’euroregione Padana-Alpina è il mio ultimo regalo”

GATTICO – E’ stato il presidente federale Umberto Bossi a dare il via alla festa provinciale della Lega Nord a Gattico ieri sera. La sua presenza al primo giorno della kermesse novarese è una tradizione che si rinnova ormai da anni e, anche stavolta, il Senatùr non ha voluto mancare.
Ma è impossibile dimenticare le vicende che hanno caratterizzato gli ultimi mesi a livello nazionale: “Noi non ci siamo inginocchiati, non ci siamo arresi dopo l’attacco sferrato nei nostri confronti. La nostra forza è non arrendersi mai” ha dichiarato appena salito sul palco il Senatùr, che si è detto certo che le inchieste sulla Lega finiranno in nulla, tranne quella sul suo amministratore “non era onesto”.

Umberto Bossi ha poi parlato alla platea di più di 200 militanti del progetto di una macro-regione che comprenda il Nord dell’Italia e le vicine aree alpine di Francia, Svizzera e Austria: “Tre settimane fa abbiamo firmato un accordo con le regioni confinanti per creare un’euroregione Padana-Alpina, è il grande regalo che ho fatto alla Lega prima di andare via”.

La strada per uscire dalla crisi secondo il Senatùr è proprio il progetto di Europa delle Regioni: “Sono certo che abbiamo trovato degli alleati potenti, che hanno capito che non si poteva lasciare nelle mani del centralismo romano una delle aree più produttive di Europa”.

Ripartire dalle Regioni è la soluzione alla crisi, tracciata anche dal Governatore del Piemonte Roberto Cota: “La politica di Monti è completamente sbagliata, le nostre aziende non potranno mai essere competitive se le tasse sono troppo alte. E lo Stato nazionale si è dimostrato totalmente inadeguato a rispondere alle difficoltà economiche. Ciò dimostra la bontà del nostro progetto di ripartire con un patto tra i territori: Piemonte- Lombardia-Veneto e, se ci sta, l’Emilia Romagna”.

E come uscire dalla crisi è il tema su cui focalizzarsi per ripartire anche a livello locale. Il segretario provinciale, Luca Bona, è soddisfatto della riuscita della prima serata: “La gente ha risposto bene– ha sottolineato a margine della manifestazione – Nonostante il momento non facile, a Novara e in Piemonte, grazie alla guida di Roberto Cota, le polemiche e le divisioni dei mesi scorsi sono state più lontane che altrove. Ora bisogna ripartire tornando alle origine, al dialogo costante con la gente. E per questo la presenza di tanti amministratori della Lega sul territorio è una forza in più”.

Ospite della serata anche la Presidente della Provincia di Cuneo, Gianna Gancia. La festa continua stasera con i comizi degli esponenti locali. Mentre domani sarà di nuovo presente il Governatore del Piemonte, Roberto Cota, per parlare di macro-regione, insieme all'europarlamentare, Mario Borghezio. Non dovrebbe esserci, invece, il nuovo segretario della Lega, Roberto Maroni, la cui presenza era stata inizialmente prevista per domenica.

Lucia Panagini

Articolo di: sabato, 01 settembre 2012, 10:53 m.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top