Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 16 dicembre 2017
Articolo di: sabato, 25 agosto 2012, 10:08 m.

La festa dell'Uva di Borgomanero si tinge di giallo

A sette giorni dall'inizio non si sa ancora chi interpreterà la Carulèna

BORGOMANERO - Ad una settimana esatta dall'inizio della 64ª edizione della “Festa dell'Uva” che si aprirà alle 17 di sabato 1° settembre con la consegna delle chiavi della città da parte del sindaco Anna Tinivella alla Sciora Togna e alla Carulèna non si sa ancora chi impersonerà la Carulèna. E con il trascorrere dei giorni il “giallo” si infittisce e si susseguono le indiscrezioni su chi potrebbe succedere all'ingegner Alessandro Barcellini che ha interpretato la maschera locale negli ultimi anni, affiancando la Sciora Togna che per il secondo anno consecutivo sarà impersonata da Tiziano Godio, “patron” della storica Trattoria del Ciclista di via Rosmini, sede dell'Antica Cunsurtarija dal Tapulon. Barcellini ha rassegnato le dimissioni per motivi personali e professionali ma si è dichiarato disponibile a ritornare sulle sue decisioni in caso di assoluta emergenza. Qualora cioè la Pro Loco non riuscisse a trovare un degno sostituto. Il presidente dell'associazione turistica Massimo Minazzoli ha così cominciato a sondare il terreno per trovare un'altra Carulèna. Al riguardo Minazzoli non si sbilancia e pur avendo incassato la disponibilità da parte di alcuni “borgomaneresi doc” preferisce non rilasciare dichiarazioni che potrebbero essere smentite dai fatti o più semplicemente per “non bruciare” candidature di rilievo. Ma in una cittadina come Borgomanero dove è praticamente impossibile custodire un segreto c'è chi parla e azzarda alcune possibili soluzioni. In pole position sarebbero diversi. Tra i più accreditati il presidente del comitato organizzatore del Palio degli Asini Guido Vicario, 54 anni, elemento di spicco del Rione San Gottardo. E poi Pia Pace, ex “coiffeuse” e da anni “truccatrice ufficiale” delle maschere cittadine che lo scorso anno “in incognito” aveva già provato l'ebbrezza di indossare i panni della Carulèna sostituendo per alcune ore l'interprete principale costretto per cause di forza maggiore a declinare l'invito ad un incontro conviviale. Secondo i soliti bene informati starebbe prendendo consistenza anche un'altra candidatura. Quella di Marco Preti, 56 anni, noto “designer” insignito nel 2011 del “Premio Borgomanerese dell'anno”. Figlio dell'ex sindaco Pippo Preti, scomparso nel luglio del 1989, Marco sembrerebbe particolarmente adatto al ruolo non solo per la perfetta conoscenza del dialetto borgomanerese ma anche per la sua straordinaria versatilità. L'interessato ovviamente tace. Così come tacciono Minazzoli e i suoi più stretti collaboratori che dopo qualche giorno di vacanza sono già tornati ai posti di combattimento per definire gli ultimi dettagli della grande kermesse settembrina. E anche per cercare di risolvere i problemi dell'ultima ora. Primo fra tutti quello della Carulèna.

Carlo Panizza

Articolo di: sabato, 25 agosto 2012, 10:08 m.
^ Top