Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 15 dicembre 2017
Articolo di: lunedì, 16 luglio 2012, 7:32 p.

La solidarietà dei pellesi per un ospedale in Burundi

L'iniziativa sarà illustrata a Pella dal 21 al 22 luglio in una manifestazione

PELLA - I cittadini di Pella e della sua frazione Alzo, nel Novarese, si sono prodigati per una raccolta fondi importante diretta a realizzare un'opera a Masango, in Burundi, che è stata definita come la più importante opera degli ultimi 40 anni dallo stesso governo burundese. Un ospedale che è solo una delle tappe degli interventi fatti in quel territorio.

Una gara di solidarietà che ha coinvolto anche il piccolo paesino cusiano. Questi risultati verranno presentati a Pella il prossimo 21 e 22 luglio in piazza Motta, in quello che sta diventando un appuntamento annuale con questa importante iniziativa di solidarietà.

Il Burundi è uno stato africano di 28.000 kmq con una popolazione di circa 9 milioni (è grande all'incirca come la nostra regione Piemonte che conta 4,5 milioni di  abitanti). E' una Repubblica presidenziale dal 2005 e la popolazione è formato principalmente da due etnie: gli Hutu pari all'85% (che si dedicano all'agricoltura) e i Tutsi per il 14% (votati alla pastorizia). Questi ultimi furono trucidati dagli Hutu in diversi conflitti inter-etnici e il più massiccio genocidio avvenne nel 1972 a cui seguirono altri stragi fino al 2005. Il problema della denutrizione mette il Burundi in penultima posizione nella scala dei paesi poveri africani: ciascun abitante vive mediamente con 1,25 dollaro statunitense al giorno (meno di 1 euro). A causa dei conflitti che ha decimato questo popolo, l'età media attualmente è di circa 16-17 anni mentre l'aspettativa di vita è di 50-52 anni.

Il tasso di alfabetizzazione è  attualmente del 51% e la scuola primaria è gratuita fino ai 12 anni. La religione prevalente è quella cattolica con l'86%, seguita dai protestanti con il 2,6% e dai musulmani con l'1%.

Tutta la popolazione di Pella ed Alzo si è attivata in una gara di solidarietà per consentire la raccolta di fondi destinata all'importante progetto che ha avuto inizio nel  settembre 2007. Queste le tappe finora concretizzate: orfanatrofio "Casa del bambino" mq. 400 con le attrezzature necessarie, Casa delle ragazze mq. 100, Edificio per lavanderia mq. 90, ospedale/presidio sanitario mq. 600 con attrezzature sanitarie, letti, arredi.

L'8 luglio è stato ufficialmente inaugurato l'ospedale. La spesa complessiva è stata di 400mila euro, mentre per ultimare i lavori occorre disporre ancora di un importo di 60.000 euro. "Avere portato a 1600 metri sopra il livello del mare, in un paese martoriato dalle guerre civili dove la povertà  è estrema, un concreto segnale di speranza e di amore - rilevano dal Cusio - è fonte di grande soddisfazione. Il nostro appello: contribuiamo, nel limite delle nostre possibilità, a raggiungere gli obiettivi umanitari progettati. Grazie a tutti coloro che parteciperanno alla manifestazione".

 

PROGRAMMA DELLA DUE GIORNI MANIFESTAZIONE

 

Sabato 21

ore 17.00 apertura festa " Insieme per Masango "

Aperitivo di Benvenuto

Inizio Vendita Biglietti lotteria per estrazione di sabato

 

Ore 18 sketch Dinner For One

 

Dalle 19.45 Degustazione Penne all'Arrabbiata dell'Imbarcadero

Ore 20.45 estrazione Lotteria "La Carriola delle Delizie"

Ore 21.15 Proiezione Foto, Presentazione Sindaco

Ore 22.30 musica col complesso Goss

Servizio Bar e degustazione durante tutta la durata della festa

 

domenica 22

ore 17 Caccia al Tesoro Pellese

ore 18 spettacolo Tamburi

Ore 19 sketch Dinner For One

Ore 19.45 Degustazione Penne all' Arrabbiata dell'Imbarcadero

Ore 20.45 Estrazione Lotteria " la bici "

Ore 21 musica e Danze Occitane con i Farfadet

 

Servizio Bar e degustazione durante tutta la durata della festa

Monica Curino

Articolo di: lunedì, 16 luglio 2012, 7:32 p.
^ Top