Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 22 novembre 2017
Articolo di: mercoledì, 29 febbraio 2012, 9:16 p.

L'appello di Tinivella: "Diteci l'entità dei tagli"

Il primo cittadino di Borgomanero ha consegnato al presidente Cota un documento dei sindaci del Consorzio di servizi socio sanitario.

BORGOMANERO - Durante l'inaugurazione delle nuove sale operatorie per l'ospedale, c'è stato spazio anche per la questione servizi sociali. Facendosi portavoce dei Sindaci che fanno parte del Consorzio di servizi socio sanitari, il primo cittadino Anna Tinvella ha, infatti, detto: “Sappiamo che ieri l’Assessore regionale alla sanità Monferrino ha comunicato che le risorse destinate dalla Regione alle politiche sociali saranno integrate, ma la decurtazione resta nell’ordine di 52 milioni di euro rispetto al 2011. Abbiamo condiviso un documento che consegniamo a lei signor Presidente in cui si sollecita la Regione ad definire l’entità della prevista riduzione dei fondi destinati agli enti gestori. La mancanza di un’indicazione certa delle risorse minime rispetto al 2011 sta determinando l’avvio di tagli significativi ai servizi con ripercussioni anche sul piano occupazionale”. Pronta la risposta di Cota : “La materia dei servizi socio assistenziali non è di competenza diretta della Regione bensì dei Comuni. Questi servizi erano finanziati in passato con risorse dei Comuni e dello Stato.  Negli ultimi anni in periodi di vacche grasse la Regione aveva deciso di aiutare i Comuni con propri fondi. Ma il periodo delle vacche grasse è finito con il taglio dei trasferimenti dello Stato alle Regioni. Stiamo cercando di recuperare risorse anticipando l’adozione della riforma sanitaria che mi auguro possa essere approvata dal Consiglio regionale entro fine marzo per cercare quindi di destinare al settore  socio assistenziale quanto recuperato dai risparmi sulla sanità. Nei gironi scorsi l’Assessore Monferrino mi ha comunicato che a conti fatti possiamo già fare affidamento su trenta milioni di euro”.

Carlo Panizza

Articolo di: mercoledì, 29 febbraio 2012, 9:16 p.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top