Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 14 dicembre 2017
Articolo di: martedì, 10 gennaio 2012, 10:04 m.

Memorie borgomaneresi ne “ll Voltone”

Tra passato e presente: il sellaio di ribot, la scuola serale di disegno...

BORGOMANERO - Edito dal Gruppo Filatelico numismatico “Achille Marazza” e dalla Società degli Operai di Mutuo Soccorso con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura, è uscito nei giorni scorsi “Il Voltone”, periodico di “memorie borgomaneresi tra passato e presente”. La pubblicazione è diretta dal giornalista Carlo Panizza e si avvale della preziosa collaborazione di valenti studiosi e appassionati della storia e della cultura locali tra cui Fabio Valeggia, Laura Chironi Temporelli, Piero Velati, Pierluigi e Gregorio Fornara, Angelo Vecchi. In questo numero Panizza ha voluto ricordare Francesco Monti,  recentemente scomparso alla soglia del secolo di vita che fu il “sellaio” di Ribot famoso cavallo appartenuto alla scuderia “Dormello Olgiata” nonché produttore negli anni ‘50 degli zaini che il grande alpinista Piero Ghiglione utilizzava per scalare le più alte vette del mondo tra cui il Kilimangiaro e l’Aconcagua.

Valeggia, spulciando nell’archivio della Soms, ha invece ricostruito la storia della Scuola serale di disegno istituta agli inizi del secolo scorso; Laura Chironi Temporelli racconta invece delle origini della facciata della Collegiata di San Bartolomeo mentre sono di Piero Velati i ricordi del grande teologo monsignor Giovanni Cavigioli e di un autentico personaggio borgomanerese scomparso nel 1985, Angela Pastore detta “Ghemba”.Gregorio e Pierluigi Fornara sono invece gli autori della appassionata biografia di  Clara Fornara, la “Clarik”, sarta di qualità conosciuta come la “Coco Chanel” di Santo Stefano e di un nostalgico ricordo dei vigneti della “Cumiona”.Un articolo è poi dedicato alla vecchia “Birreria Semione” di via Gramsci inserita nel 2003 tra le opere architettoniche “da salvare” e demolita qualche anno fa per fare posto a un condominio. L’angolo della poesia dialettale curato da Velati propone una versione borgomanerese curata dallo stesso Velati de “ A Livella” di Totò e una toccante lirica scritta dalla scomparsa Caterina Ildebrando, la “Rina mangiuna”. Molto belle anche le foto d’epoca assolutamente inedite e la riproduzione di alcune lettere che l’alpinista Ghiglione inviò negli anni ‘50 a Francesco Monti. Nelle foto, tratte dall’ultimo numero de “Il Voltone”un’immagine della Birreria Sempione e la “Befana del Vigile” agli inizi degli anni ‘60.

Redazione online

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato 

Articolo di: martedì, 10 gennaio 2012, 10:04 m.
^ Top