Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 24 gennaio 2018
Articolo di: giovedì, 17 febbraio 2011, 10:24 p.

Muore in ospedale, sequestrata la salma

La magistratura indaga sulla scomparsa di Gaudenzio Mora, popolare volto della festa dell’uva di Borgomanero

BORGOMANERO - Si sarebbero dovuti svolgere ieri, mercoledì 16 febbraio, alle 14.30 nella Collegiata di San Bartolomeo i funerali di Gaudenzio Mora, 48 anni, morto all’alba di domenica all’Ospedale “Maggiore” di Novara dove era stato ricoverato nella notte in condizioni disperate. L’autorità giudiziaria ha messo sotto sequestro la salma e ha disposto l’autopsia che verrà probabilmente eseguita oggi, giovedì. L’uomo abitava in via Matteotti a Borgomanero con la moglie Irene e la figlia ventiduenne Debora. Era un tecnico specializzato nella riparazione di motori per camions. In città lo conoscevano tutti non solo per il suo carattere aperto e gioviale ma perché assieme a Mariano Manca da anni costruiva in occasione della Festa dell’Uva il carro del Rione San Rocco. Martedì 8 febbraio all’Ospedale “Madonna del Popolo” di Omegna era stato operato di ernia del disco. Un intervento programmato da tempo al quale l’uomo si era sottoposto per eliminare i dolori alla schiena di cui soffriva da mesi. «Dopo l’intervento- è il racconto dei familiari – aveva accusato dolori addominali». Venerdì 11 era stato dimesso ma la situazione anziché migliorare con il trascorrere delle ore era sensibilmente peggiorata. Sabato sera l’uomo veniva portato al pronto soccorso dell’Ospedale “Ss. Trinità” dove i sanitari visto l’aggravarsi delle sue condizioni di salute disponevano l’immediato trasferimento con un’ambulanza attrezzata al “Maggiore” di Novara. Nella notte Gaudenzio veniva sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per fronteggiare una forte emorragia. Ogni tentativo per salvarlo si è purtroppo rivelato inutile. Dell’accaduto è stata subito informata la magistratura che ha aperto un’inchiesta e ha disposto gli accertamenti del caso. Martedì sera parenti ed amici dello scomparso si sono riuniti nella Chiesa parrocchiale per la recita del Rosario al termine del quale è stato dato l’annuncio che i funerali, che si sarebbero dovuti tenere il giorno seguente, erano stati rinviati su ordine dell’autorità giudiziaria. Nella foto, di Panizza, un’immagine sorridente di Gaudenzio Mora (sulla destra) assieme a Mariano Manca sul carro dal titolo “Pensa al mondo al contrario”, ideato per sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della violenza e dell’abbandono degli animali domestici, vincitore dell’ultima edizione della Festa dell’Uva.

Carlo Panizza

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato

Articolo di: giovedì, 17 febbraio 2011, 10:24 p.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top