Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 21 febbraio 2018
Articolo di: martedì, 10 aprile 2012, 8:46 m.

Nasce l'Associazione sportiva dilettantistica Cureggio

Per promuovere i veri valori dello sport

CUREGGIO - Nuova realtà sportiva dilettantistica a Cureggio, piccolo comune del Borgomanerese, in provincia di Novara. Un'associazione creata grazie all'impegno del vicesindaco e assessore allo Sport Stefano Antonioli.

Il nome è "Associazione Sportiva Dilettantistica Cureggio".

"Una nuova società - spiega Antonioli - creata con grande entusiasmo in mesi d’impegnative riunioni. Una volontà - rileva l'assessore - nata lo scorso giugno 2011, quando il “Real Cureggio” ha dato la disdetta della convenzione quinquennale dell’impianto sportivo cureggese. Le ristrette tempistiche, nonostante la mia delega allo sport, con grande rammarico, non hanno permesso di far fronte alle scadenze relative alle pratiche burocratiche e federali. Ora è stata creata l’“A.S.D. Cureggio”, con la volontà di costruire un polo sportivo, socio educativo, oltre al solito calcio; aperto a tutte le discipline sportive con ampie mire e ambizioni, come la pallavolo, l’atletica e il tiro con l’arco. Aprendo le porte a tutto e a tutti, così recita lo statuto. L’esperienza e le conoscenze maturate negli anni di militanza in società calcistiche mi hanno agevolato nell’avvicinare persone del mondo del pallone. Con la prossima stagione sportiva 2012/13 l’”A.S.D. Cureggio” sarà iscritta nel campionato F.I.G.C. di terza categoria, per quanto riguarda la prima squadra, con un occhio di riguardo verso i calciatori cureggesi. La società darà grande rilievo e importanza al vivaio giovanile, dalla scuola calcio ai pulcini, per arrivare agli allievi e juniores, insomma, creare tutto il settore giovanile come serbatoio autoctono della prima squadra. Il direttivo societario si è prefisso di percorrere un progetto pluriennale ambizioso e serio. Solo persone qualificate comporranno lo staff che insegnerà ai ragazzi il gioco del calcio, divertendosi e trasmettendo i veri valori dello sport, ormai quasi estinti. Il nucleo societario è composto da 15 elementi di cui un 80% residente a Cureggio. Un progetto realizzato da cureggesi per cureggesi, ma aperto a tutte le persone praticanti o appassionate a questo sport. L’incarico di presidenza è ricoperto dal signor Macchione con un entourage esperto e di competenza decennale nel mondo del calcio, come Antonioli, Armiraglio, Baratella, Caresana, Celano, Fornara, Ianni, Piazza, Poggia, Spagnolo. Il logo ideato riprende i colori storici sociali rosso e giallo, della prima fondazione del dopoguerra; è ornato da un cavallo e un’aquila nera, simboli di forza, determinazione e coraggio, che richiamano anche in parte l’emblema comunale".

Monica Curino

Articolo di: martedì, 10 aprile 2012, 8:46 m.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top