Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 22 gennaio 2018
Articolo di: mercoledì, 07 novembre 2012, 4:04 p.

Navigazione Lago d'Orta, crescono i passeggeri

Nella stagione 2012 sono stati effettuati quasi 3 mila imbarchi in più

E' finita la stagione della navigazione sul Lago d'Orta. E per il quarto anno consecutivo i dati del trasporto pubblico, controllato dalla Provincia di Novara, sono in crescita. Ad incrementare il numero di passeggi, che quest'anno hanno superato quota 130 mila, sono stati soprattutto i gruppi organizzati. "La messa in servizio di un altro battello, chiamato Valentina, ci ha consentito di offire un servizio più capillare con proposte di mini crociere con aperitivo e pranzo abbinato" spiega il capitano della Navigazione Lago d'Orta, Moreno Lubelli. Ovviamente il pontile più frequentato rimane quello dell'Isola di San Giulio, con quasi 65 mila passaggi, ma crescono anche altre località.  Molti gruppi infatti partono da Omegna e Pettenasco, anche se la vera sorpresa della stagione è stata Pella, dove gli imbarchi hanno superato le 15 mila unità. Buono il riscontro anche del turismo scolastico con comitive da tutto il Nord Italia e molto apprezzato è stato il servizio per i turisti diversamente abili che, da quest'anno, hanno potuto godersi una crociera sul lago d'Orta senza barriere. E la stagione in realtà non è del tutto finita. "Siamo a disposizione per corse fuori linea tutti i giorni dell'anno e infatti abbiamo ricevuto richieste per il trasporto di gruppi anche nel periodo di Natale e Capodanno - racconta il capitano Lubelli - E stiamo già lavorando alla stagione 2013 con contatti interessanti con tour operator dalla Russia e dall'Est Europa". Per il nuovo anno il desiderio della Navigazione Lago d'Orta rimane però quello di un tempo: regolamentare gli imbarchi in piazza Motta ad Orta San Giulio.

Lucia Panagini

Articolo di: mercoledì, 07 novembre 2012, 4:04 p.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top