Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 18 novembre 2017
Articolo di: giovedì, 03 maggio 2012, 10:20 m.

Nel giardino delle rose blu

Incontro per i 10 anni dell'ospedale per bimbi disabili di Zagabria. Tra i primi volontari un borgomanerese

Jelena, Marija, Berislav, Viktor, Goran: sono solo alcuni degli oltre centoventi bambini disabili molti dei quali affetti da gravi malattie genetiche ricoverati nell’Ospedale pediatrico di Gornja Bistra, località croata a pochi chilometri di distanza da Zagabria. Qui da dieci anni opera un gruppo di
volontari guidato da don Ermanno D’Onofrio, sacerdote della Diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino, fondatore dell’Associazione di volontariato “Il giardino delle rose blu”. Tra le prime persone che diedero la loro disponibilità a collaborare con i medici e con il personale infermieristico dell’ospedale croato fu il borgomanerese Sergio Vercelli, ex segretario della locale sezione del Pci, già apprezzato assessore comunale ai Servizi socio- assistenziali insignito alcuni anni fa del “Premio alla bontà” proprio per il suo impegno in campo sociale.«Gornja Bistra – dice Vercelli – è il luogo della sofferenza, ma anche dell’incontro, per tutti coloro che non hanno paura di donare un po’ di se stessi agli altri. Un occhio attento può scoprire un giardino di fiori, apparentemente appassiti, ma meravigliosi nel loro splendore: gli ospiti dell’ospedale pediatrico sono come rose blu, fragili, rare, quasi sconosciute, ma preziose. A Gornja Bistra i volontari aiutano e giocano con i bambini ed animano le loro giornate. Il modello dell’esperienza sono le quattro C: carità, condivisione, crescita, contemplazione. I volontari lasciano il mondo di ogni giorno e le proprie certezze e sperimentano l’amore che nasce quando la sofferenza si trasforma in gioia. In oltre dieci anni - conclude Vercelli - cinquemila giardinieri sono stati attirati dall’intenso profumo e dalla rara bellezza delle nostre preziose rose blu». L’Ospedale pediatrico è stato intitolato a Daniela Zanetta la 24enne disabile maggiorese morta il 14 aprile 1986 per la quale è in corso la causa di beatificazione.

 

Carlo Panizza

Articolo di: giovedì, 03 maggio 2012, 10:20 m.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top