Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 18 ottobre 2017
Articolo di: giovedì, 12 ottobre 2017, 2:09 p.

Nuovo piano di chiusura per la discarica di Ghemme

La soluzione prevede il ripristino con rifiuti già autorizzati nel 2012

GHEMME – Presentato nei giorni scorsi in Provincia lo studio preliminare per il nuovo piano di chiusura delle discarica di Ghemme, che non riceve più rifiuti dal 2008 ma per cui non è stata mai completata la messa in sicurezza.  “il 4 ottobre il Consorzio ha inviato il tanto atteso studio preliminare del cosiddetto ‘piano B’ per la chiusura definitiva della discarica – spiega il vice-presidente e delegato all’Ambiente della Provincia, Giuseppe Cremona – Il Consorzio si è impegnato nella ricerca di soluzioni per la chiusura della discarica di Ghemme che abbiano come obiettivi la tutela ambientale e il minimo impatto sui bilanci pubblici. Il Consorzio ha predisposto uno Studio di fattibilità, finalizzato ad illustrare una soluzione di ripristino ambientale che prevede il conferimento di rifiuti con codici CER già autorizzati con il provvedimento del 2012 – spiega Cremona – Alla luce della complessità dell'intervento, per acquisire pareri per poi procedere al progetto, il Consorzio ha chiesto una Conferenza dei servizi preliminare che la Provincia si è impegnata a convocare. Nell’ipotesi presentata, il conferimento di circa 190mila metri cubi di materiali coprirebbe i costi della chiusura definitiva dell’impianto, stimati in 7/8milioni di euro, senza andare quindi a gravare ulteriormente sulla cittadinanza. Nel frattempo sta proseguendo anche la difficile operazione di recupero di risorse nei confronti di Daneco, che è stata posta in liquidazione volontaria”.

l.pa. 

 

Articolo di: giovedì, 12 ottobre 2017, 2:09 p.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top