Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 20 novembre 2017
Articolo di: venerdì, 16 novembre 2012, 10:58 m.

Oltre 260 mila euro in solidarietà in 11 anni di teatro

Il record benefico dei club borgomaneresi, dove i soci (sindaco compreso) sono attori per caso

BORGOMANERO – In undici anni di attività la compagnia teatrale “Insieme per un dono” diretta dal regista Carlo Annichini e formata da soci e famigliari dei cinque clubs cittadini (Lions Borgomanero Host, Lions Borgomanero – Cusio, Kiwanis Borgomanero, Rotary Borgomanero – Arona e Soroptimist Alto Novarese) con la messa in scena di quattro spettacoli ha devoluto in beneficenza oltre 262.000 euro. Lo ha ricordato giovedì sera al ristorante “Da Paniga” Sergio Poletti nella sua duplice veste di Presidente del Lions Borgomanero Host e di presidente per l’annata sociale 2012-2013 di “Interclub” l’organismo che riunisce i cinque clubs e che ancora una volta si sono riuniti per presentare una nuova iniziativa. La messa in scena al Teatro Nuovo di via IV Novembre, giovedì 24 e venerdì 25 gennaio 2013 della commedia brillante in tre atti “Signori si nasce” rielaborazione de “La fortuna si diverte” scritta nel 1930 da Athos Setti e rappresentata per la prima volta sei anni più tardi dal grande Eduardo De Filippo. Ad interpretarla nella versione borgomanerese ci saranno il Sindaco Anna Tinivella, il notaio Errico Alfani e poi ancora Roberta Iadecola, Alessandro Barcellini, Francesca Fasola Huber, Manlio Alfani, Antonio Maulini, Carlo Bignoli, Lele Tacchini e Franco Tosca. Al loro "debutto" Sara Barosi, Valentina Poletti, Andrea Bozzola, Laura Lazzarotto e Paola Zerlia. La scenografia è affidata a Luigi Astuto e Piero Bignoli, i costumi a Damiana Boriolo, il trucco a Pia Pace mentre Piercarla Barattini, moglie del regista Annichini oltre al ruolo di “suggeritrice” svolgerà come sempre il compito di segretaria di produzione. I biglietti per assistere allo spettacolo sono in vendita (al prezzo di € 15) presso L’Edicola di piazza Martiri, la libreria “E.P. Books” di viale Marazza e direttamente presso il botteghino del Teatro Nuovo. Il ricavato delle due serate verrà devoluto all’Ispam, l’Associazione di volontariato fondata nel 1994 che si occupa dell’assistenza ai malati psichici. Dodici anni fa’ venne avviato in collaborazione con il Dipartimento di Salute mentale dell’Asl di Borgomanero il progetto denominato “Speranza 2000” – Diamo dignità alla sofferenza psichica” che portò alla ristrutturazione di un edificio a Bolzano Novarese concesso in comodato gratuito dalla Parrocchia con l’obiettivo di accogliere appunto i malati psichici. La struttura inaugurata nel 2005 ospita cinque giovani mentre altri venti frequentano il “centro diurno” dove nel 2006 è stato aperto un laboratorio di falegnameria e nel 2010 un laboratorio per la lavorazione del cuoio. “Purtroppo le richieste di aiuto sono in continuo aumento –ha spiegato ai soci dei clubs il Presidente Ispam Giovanni Marchionni – e abbiamo bisogno di nuovi spazi”. Il Comune di Borgomanero sensibile a questo appello ha messo a disposizione di Ispam un terreno in via Aldo Moro dove verrà costruito un nuovo laboratorio su una superficie di 150 mq. Il progetto è stato redatto gratuitamente dall’architetto Rino Cimmino (socio Lions) e la sua realizzazione avrà un costo previsto di 160.000 euro, parte dei quali verranno raccolti grazie allo spettacolo “Signori si nasce”. La serata di giovedì si è conclusa con un divertente un “fuori programma”: Sergio Poletti, Alessandro Barcellini e il Sindaco Anna Tinivella hanno riproposto la scenetta “Na ruzza tra matai” (un bisticcio tra ragazzini) tratto dalla rivista dialettale “Burbanè c’al visiga” dell’avvocato Gianni Colombo e rappresentata alcuni anni sempre a scopo benefico sul palco del Teatro Nuovo.

Carlo Panizza

Articolo di: venerdì, 16 novembre 2012, 10:58 m.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top