Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 18 novembre 2017
Articolo di: lunedì, 16 luglio 2012, 2:29 p.

Omegna: no al sindaco nel Cda del Centro Ortopedico

Il Pd scrive in Regione: "Perchè il presidente Nobili può esserci?"

OMEGNA - Due pesi e due misure usati per il sindaco di Omegna Maria Adelaide Mellano e per il presidente della Provincia del Vco Massimo Nobili. E' quanto accusa il Pd, che ha inviato una lettera in Regione, per chiedere spiegazioni in merito al Consiglio di Amministrazione del Centro Ortopedito di Quadrante, a cui non ha potuto prendere parte il sindaco. "A una precisa richiesta preventiva di un giudizio sulla compatibilità di questo nuovo incarico, al sindaco Mellano è stato risposto dalla Regione che è imcompatibile in quanto è dipendente dell’Asl 14 e quindi legata a un rapporto esclusivo - si legge nel comunicato a firma di Aldo Reschigna - Ritengo corretta la valutazione, ma ho voluto approfondire la questione e nella normativa non viene fatta alcuna differenza tra chi, dipendente pubblico, svolge attività lavorativa e chi è in condizione di aspettativa, In base a quale normativa, dunque, l’attuale presidente della Provincia del VCO Massimo Nobili è stato nominato dalla Giunta regione nel consiglio di amministrazione del centro ortopedico di quadrante e, successivamente, quale presidente del consiglio di amministrazione di Eurofidi, considerato che è dipendente della Asl 14, in aspettativa per mandato amministrativo? Esistono inoltre evidenti ragioni di opportunità nella nomina di Nobili nel cda del COQ, visto il rapporto di lavoro con l’Asl 14 che è detentrice della maggioranza delle quote nelle società. Per la nomina in Eurofidi - conclude Reschigna - intendo richiamare la vostra attenzione sull’indennità percepita quale presidente di quell’ente e la sua compatibilità con i limiti di retribuzione previsti dal regolamento dell’azienda sanitaria locale in applicazione del decreto legislativo, che a quanto pare prevede tali autorizzazioni per limiti di retribuzione nettamente inferiori”.

Lucia Panagini

 

Articolo di: lunedì, 16 luglio 2012, 2:29 p.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top