Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 17 dicembre 2017
Articolo di: giovedì, 16 febbraio 2012, 4:53 p.

Orientarsi tra istituzioni e servizi, guida multilingue per stranieri

Iniziativa del Comune di Borgomanero e di Vedogiovane

BORGOMANERO - Il dieci per cento della popolazione di Borgomanero è rappresentato da extracomunitari. Persone che spesso incontrano grandi difficoltà non solo per il fatto che non conoscono la nostra lingua ma che non sanno neppure a chi rivolgersi per ottenere un documento o per accedere ai servizi.

A loro è dedicata la guida che è stata presentata lunedì pomeriggio a Palazzo Tornielli alla presenza del sindaco Anna Tinivella, dell’assessore ai Servizi sociali Maria Emilia Borgna, di Rosy Sinicropi di Vedogiovane, la Cooperativa che assieme al Comune ha realizzato l’opuscolo di oltre cento pagine tradotto per il momento in inglese, francese, cinese e arabo. Una guida chiara e precisa suddivisa in aree tematiche: scuola, formazione per adulti, salute, lavoro, documenti, casa, associazioni, luoghi di culto, Consorzio intercomunale dei servizi socio assistenziali e Comune di Borgomanero.

All’incontro sono intervenuti anche i rappresentanti di diverse associazioni locali che a  vario titolo si occupano di immigrazione: tra queste la Caritas, la Comunità di Sant’Egidio che da alcuni anni organizza corsi di lingua per stranieri, l’Associazione Mamre che sul territorio gestisce alcune case di prima accoglienza per donne e bambini in difficoltà, l’Associazione donne per l’integrazione presieduta dalla senegalese Khady Mbacke e il professor Gaetano Esposito responsabile del Centro territoriale permanente, operativo da tempo presso la Scuola secondaria “Piero Gobetii” dove si tengono corsi di alfabetizzazione e si offre la possibilità ai cittadini stranieri di conseguire un titolo di studio. Era presente anche una rappresentanza delle badanti ucraine con padre Yury, Cappellano della Comunità ucraina per la Diocesi di Novara che ogni sabato mattina alle 10,30, nella Chiesa di San Giovanni celebra una messa nel rito bizantino.

Carlo Panizza 

Articolo di: giovedì, 16 febbraio 2012, 4:53 p.

Dal Territorio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio
MAGGIORA - Abigaille Zanetta era nata a Suno nel 1875, ma la sua famiglia, il papà Bartolomeo e la mamma Maddalena Marucco,  era originaria di Maggiora. E sempre a Maggiora  iniziò la sua carriera professionale come insegnante presso il locale Asilo Infantile. Attività questa che non l’avrebbe fatta assurgere agli onori della cronaca tanto da essere(...)

continua »

Altre notizie

^ Top