Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 17 gennaio 2018
Articolo di: sabato, 31 marzo 2012, 9:00 p.

Orta, confermato il passaggio aereo sull’isola

Approvata a maggioranza la tanto discussa variante parziale al Prgc

ORTA SAN GIULIO - È stata approvata a maggioranza la variante parziale del Prgc discussa lunedì sera in Consiglio comunale. Con sette voti a favore, quattro contrari (Renzo Angeleri, Andrea Giacomini, Antonio Giacomini, Monica Sabaini) ed un astenuto (Domenico Rigotti), è stato parzialmente modificato il documento urbanistico già adottato in via preliminare a novembre. Molto animato non solo il dibattito politico, ma anche quello della società civile. Nella variante definitiva relativa all’antico complesso della “Bifora” (a Orta) e alla realizzazione di un passaggio a scavalco sulla “via del silenzio” (Isola di San Giulio), sono state accolte alcune delle osservazioni presentate da associazioni ambientaliste (“Ernesto Ragazzoni” e Italia nostra) e privati e recepite le indicazioni della Sovrintendenza. Rispetto agli interventi previsti presso il complesso della “Bifora” (appartenente a due diverse proprietà), il documento prevede non più la “demolizione e ricostruzione”, ma il “recupero conservativo degli edifici esistenti” nell’area a sud del Sacro Monte, mantenendo l’attuale ampiezza volumetrica delle costruzioni e valorizzando i terrazzamenti sulle pendici del monte ortese. Confermata, invece, la realizzazione del ponte a scavalco sull’Isola (giudicata negativamente nelle osservazioni) “non interferendo con vincoli paesaggistici”. La passerella unirà l’Abbazia, sede del monastero di clausura, ad un edificio in cui sarà ospitato un nuovo gruppo di novizie. Il passaggio aereo, come indicato dalla Sovrintendenza, dovrà evitare l’uso di taluni materiali prediligendone altri (“in coerenza con l’ambiente” di particolare rilevanza storico-artistica) caratterizzati da “leggerezza e possibilità di rapido smantellamento”. La soluzione adottata prevede infatti che se, in futuro, venisse meno l’esigenza specifica di riservatezza della clausura, “la passerella potrebbe venir rimossa”. 

Maria Antonietta Trupia

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara di giovedì 29 marzo 2012 direttamente online in versione digitale sfogliabile

 

Articolo di: sabato, 31 marzo 2012, 9:00 p.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top