Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 13 dicembre 2017
Articolo di: sabato, 24 marzo 2012, 4:22 p.

Orta: le minoranze “chiedono la testa”del sindaco

Diffuse anche alcune locandine, ma il primo cittadino si difende

ORTA SAN GIULIO - Si è discusso ieri sera, venerdì, alla presenza di cittadini e associazioni della richiesta avanzata da quattro consiglieri delle minoranze di “Orta Nuova”, “Orta Viva” e “Gruppo indipendente Laura Travaini”, circa le eventuali dimissioni del sindaco definite, in alcune locandine diffuse nella cittadina, “segno di buon senso e responsabilità”. La richiesta (che, a quanto è al momento noto, non sarebbe stata formalizzata ufficialmente) troverebbe fondamento, secondo quanto viene dichiarato da Andrea Giacomini, nella contestata approvazione della variante al Prgc, «di cui - sostiene il consigliere di Orta Nuova - sarebbero state portate in Consiglio tre versioni, perdendo tempo sudi esse invece che dedicarsi all’intero Piano regolatore». Nel testo dei due volantini si legge tra l’altro: “Basta con la politica per pochi a discapito di tutti i cittadini ortesi” con note polemiche circa la mancata capacità di amministrare insieme ai cittadini, “contrariamente a quanto inserito – sostengono le minoranze - nel programma della maggioranza: ‘Il Comune è tuo amministralo con noi’” cosa che, a detta degli autori del volantino, non sarebbe «mai successa». Netta la replica del sindaco Cesare Natale, da noi raggiunto telefonicamente: «Non mi risulta – ha dichiarato il primo cittadino - sia stata presentata alcuna mozione di sfiducia nei confronti del sindaco. Inoltre, se mi dimettessi, tradirei la fiducia dell’elettorato che ha espresso la sua volontà eleggendomi per il quinquennio 2009 -2014».

Maria Antonietta Trupia

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola o direttamente online in versione digitale sfogliabile

Articolo di: sabato, 24 marzo 2012, 4:22 p.
^ Top