Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 21 novembre 2017
Articolo di: lunedì, 13 febbraio 2012, 1:43 m.

Patagonia, un gemellaggio culturale

A Ghemme inizia il festival nel segno del Carnevale e di re Barlan

GHEMME - Un film, una rassegna fotografica, un libro. È la Patagonia, regione che comprende l’estremità meridionale dell’America Latina, la vera protagonista di un gemellaggio culturale con la maschera del Carnevale di Ghemme. La nuova edizione del festival “Patagonia Ghemme”, dal 14 al 21 febbraio nella cittadina del vino, presenta una serie di appuntamenti. Il festival nasce da un originale spunto tratto appunto dalla maschera del Carnevale ghemmese, Re Barlan, che secondo una certa tradizione locale ha le sue origini proprio da quella sperduta regione oltreoceano, probabilmente in seguito a una conferenza geografica di missionari verso la fine del XIX secolo. Una terra lontana che colpì l’immaginario di tanti ghemmesi.
Nel suo insieme si tratta di un progetto culturale pensato dal Comune di Ghemme e dalla casa editrice novarese Interlinea con il patrocinio della Regione Piemonte e dell’Atl della provincia di Novara in collaborazione con Carnevalspettacolo di Ghemme, la locale sottosezione del Cai e CasaFrancoli.
La serata di apertura, domani, martedì 14 febbraio, è dedicata al cinema: nella sala Sottotetto del Municipio alle 21 verrà proiettato (l’ingresso è libero) il film “Piccole storie” di Carlos Sorìn. Presentata da Enrico Zaninetti, componente del comitato centrale della Federazione italiana cineforum, la pellicola presenta una suggestiva storia raccontata da quello che è considerato il “regista della Patagonia”. Mercoledì 15, nella Biblioteca civica Antonelli, sempre alle 21 verrà inaugurata la mostra fotografica “Raccontando la Patagonia. Immagini e parole”. Una rassegna di immagini realizzate dal  fotografo Alberto Maisto e poi racchiuse nell’omonimo volume pubblicato da Mazzotta. Lo stesso Maisto sarà ospite giovedì a partire dalle ore 10 dell’Istituto comprensivo “Curioni” dove racconterà la sua esperienza ai ragazzi delle scuole medie. Per gli amanti della letteratura l’appuntamento è invece alle 21 di venerdì 17 a CasaFrancoli dove la scrittrice Laura Pariani presenterà il suo libro “Le montagne di Don Patagonia” edito da Interlinea.Il festival si concluderà martedì 21 febbraio nella palestra della Scuola media di via Vittorio Veneto dove è in programma un saggio di tango argentino. Un omaggio alla terra protagonista del festival. 

Luca Mattioli 

Vuoi saperne di più? Leggilo sulle prossime edizioni del Corriere di Novara in edicola o direttamente online in versione digitale sfogliabile 

Articolo di: lunedì, 13 febbraio 2012, 1:43 m.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top