Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 14 dicembre 2017
Articolo di: giovedì, 31 maggio 2012, 4:08 p.

Pd Borgomanero: aria da separati in casa

La senatrice Biondelli replica all'attacco di Barcellini

BORGOMANERO - «Una brutta pagina della politica locale»: così la senatrice Franca Biondelli ha commentato il durissimo attacco che le è stato rivolto qualche giorno fa da Gianni Barcellini che alla parlamentare ha in pratica addossato gran parte delle responsabilità della sconfitta del centro sinistra alle elezioni comunali chehanno riconfermato sindaco con il 56,66 % dei consensi il candidato del centro-destra Anna Tinivella che ha sconfitto Pierluigi Pastore. Barcellini, capolista della lista civica “Per Borgomanero Pastore”, rieletto in Consiglio comunale con 195 preferenze, aveva inviato una lettera aperta agli organi diinformazione per stigmatizzare l'operato della senatrice Biondelli sia alle “primarie”, quando lamaggioranza del direttivo della sezione Pd aveva sostenuto la candidatura di Emanuele Cerutti, appoggiato anche da “Sinistra, ecologia, libertà” e da “Italia dei Valori”, sia alle amministrative dove il centro-sinistra non è riuscito a riconquistare palazzo Tornielli. La parlamentare borgomanerese ha risposto alle accuse venerdì della scorsa settimana durante una conferenza stampa che il Pd ha tenuto presso la sede della sezione in via dei Mille per commentare il risultato elettorale. «Nella lettera di Barcellini - ha detto Biondelli trattenendo a fatica le lacrime - non ho trovato una critica politica ma un incomprensibile attacco personale pieno di rancore e di odio nei miei confronti. È forse questo il modo di fare politica?». Il suo intervento non era previsto nella “scaletta” della conferenza stampa ma la senatrice è stata costretta a parlare sollecitata dai giornalisti presenti e di fronte ad una “minoranza silenziosa” del Pd (erano presenti tra gli altri l'ex assessore Gaetano Vullo e Filippo Dal Molin) che prima dell'incontro aveva distribuito un comunicato stampa per criticare Biondelli. «Nel regolare democratico confronto delle primarie - si legge nel documento - il candidato appoggiato dalla senatrice poi candidatosi capolista di Sel è stato sconfitto da Pastore. Il voto delle amministrative ha dimostrato che la “faccia nuova” nel caso specifico non basta nemmeno per essere eletto consigliere comunale. Per fare seria politica ci vogliono forse le facce ma anche convinto sostegno unitario, che è stato invece messo a rischio da iniziative unilaterali in fase di candidature e da dichiarazioni avventate e prive di riscontro oggettivo come quelle fornite dalla senatrice Biondelli». La “querelle” in atto tra la parlamentare e Barcellini e più in generale l'atmosfera da vera e propria “resa dei conti” all'interno del Pd hanno fatto passare in secondo piano la presentazione alla stampa dei due neo consiglieri comunali, Hassan Pagano e Margherita Brigonzi, e le parole di circostanza del segretario cittadino Mattia Gabriele che si è però rifatto vivo l'altro ieri, martedì, con un comunicato stampa per rispondere agli «ingenerosi e strumentali attacchi mossi alla senatrice Biondelli» che invece merita un plauso «per il suo impegno e la sua presenza sul territorio oltre che per la sua grande attenzione alle classi più disagiate quali i malati e i disabili». «Innanzitutto - dice Gabriele - vorremmo precisare che pur essendo stato capogruppo consiliare per il Pd il signor Barcellini ha ricoperto questa carica in maniera non conforme allo statuto: non è infatti mai pervenuta al Pd la sua richiesta di iscrizioni. Il partito dal canto suo ha cercato sin dalla clamorosa sconfitta del 2007 di voltare pagina e ricompattare le sue componenti lavorando molto al suo interno e cercando più volte, su indirizzo della stessa assemblea di porre il problema dell'adesione al suo capo gruppo. Ci appaiono dunque fuori luogo le osservazioni fatte al partito da parte di una persona che non ha mai ritenuto opportuno aderirvi». Parlando della sconfitta elettorale Gabriele dice: «La vittoria del centro-destra deve farci riflettere ma la nostra riflessione non sarà incentrata alla ricerca del capro espiatorio ma sul cosa è mancato a questa coalizione per vincere le elezioni». E sul ruolo che Pagano e Brigonzi andranno a svolgere in Consiglio comunale, il segretario cittadino del Pd spiega: «Il futuro e il bene dei borgomaneresi sono il nostro obiettivo primario e con questo obiettivo, in sinergia con il partito e i suoi iscritti agiranno i nostri consiglieri comunali». Parole chiare che lasciano però presagire che Pd da una parte e “Lista per Borgomanero Pastore” in Consiglio comunale pur avendo fato parte della coalizione di centro sinistra faranno un'opposizione da “separati in casa”.

Carlo Panizza

Articolo di: giovedì, 31 maggio 2012, 4:08 p.
^ Top