Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 17 dicembre 2017
Articolo di: mercoledì, 09 novembre 2011, 8:15 p.

Pediatria all’avanguardia all’Ospedale di Borgomanero

Grazie alla donazione della cooperativa sociale “Lavoro magrado tutto”

BORGOMANERO - La cooperativa sociale “Lavoro malgrado tutto” di Borgomanero ha donato alla Struttura Complessa di Pediatria/Neonatologia del Presidio Ospedaliero di Borgomanero dell’Asl No, diretta dal dottor Giorgio Stival, due nuove apparecchiature per migliorare sempre più il livello di assistenza per i bimbi. Le apparecchiature consistono in due monitor pulsi-ossimetro, con rilevatore automatico di perfusione e di una videocamera (V-EEG) compatibile con l’elettroencefalografo in dotazione al Reparto di Pediatria/Neonatologia.

Grazie a questi nuovi dispositivi è ora possibile sia perfezionare lo screening delle cardiopatie congenite su tutti i neonati con un completamento diagnostico in grado di meglio definire le situazioni a rischio di possibile scompenso cardiaco sinistro, sia attuare una registrazione elettroencefalografica integrata con la videoregistrazione del paziente in tutti i casi, ed in particolare nel primo anno di vita, in cui il medico ritenga utile tale completamento ai fini di una più precisa definizione diagnostica.

“Tali iniziative – afferma Stival – sono la testimonianza sia di una buona sanità che di una fattiva collaborazione con il mondo del volontariato e, quindi, meritano di essere portate a conoscenza della popolazione, in particolare in questo periodo di difficoltà ed incertezza che non scalfisce l’impegno di tutti gli operatori della Sanità di fornire un servizio quanto più adeguato, competente ed aggiornato”.

Redazione online

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato

Articolo di: mercoledì, 09 novembre 2011, 8:15 p.

Dal Territorio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio
MAGGIORA - Abigaille Zanetta era nata a Suno nel 1875, ma la sua famiglia, il papà Bartolomeo e la mamma Maddalena Marucco,  era originaria di Maggiora. E sempre a Maggiora  iniziò la sua carriera professionale come insegnante presso il locale Asilo Infantile. Attività questa che non l’avrebbe fatta assurgere agli onori della cronaca tanto da essere(...)

continua »

Altre notizie

^ Top