Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 18 dicembre 2017
Articolo di: giovedì, 27 settembre 2012, 1:32 p.

Piano per contrastare l’evasione dei canoni di locazione immobiliare

Attivato dalle Fiamme Gialle di Borgomanero

BORGOMANERO – La Compagnia della Guardia di Finanza di Borgomanero, in provincia di Novara, nell’ambito dei piani di controllo economico del territorio, dopo aver puntato l’attenzione sui Bed and Breakfast, sui distributori di carburante e sugli agriturismi, ha intrapreso in quest’ultimo periodo alcune attività indirizzate alla verifica degli affitti “in nero” nell’ambito del territorio di propria competenza.

In particolare, l’attività di servizio, oltre che interessare i proprietari di immobili che concedono abitualmente in locazione unità abitative, è stata mirata a individuare quei soggetti, più difficilmente controllabili, che concedono in locazione immobili a cittadini stranieri. Infatti, le locazioni immobiliari relative ai principali comuni lacuali e di interesse turistico del territorio di competenza della Compagnia di Borgomanero è quasi totalmente ad appannaggio di turisti stranieri che, tramite annunci riportati su siti web specializzati nella proposta di offerte turistiche sia italiani che stranieri, arrivano alla individuazione di “case vacanze” ubicate nei comuni oggetto dell’attività.
Molto spesso i proventi derivanti da tali affitti vengono completamenti evasi, sia a causa della durata della locazione che di solito non supera la settimana, sia a causa del fatto che il locatario, cittadino straniero, non sempre è a conoscenza della normativa fiscale italiana e quindi si accontenta del rilascio di una semplice ricevuta attestante l’avvenuto pagamento.
L’attività di “intelligence” svolta dalle Fiamme Gialle si è quindi imperniata sull’incrocio tra i dati acquisiti direttamente sul territorio e quelli forniti da altri enti pubblici ovvero da imprese che forniscono servizi pubblici, in base ai quali è stato possibile accertare i periodi di occupazione degli immobili attenzionati. Al termine di tale attività, nei confronti dei soggetti proprietari di immobili per i quali verrà rilevata la locazione “in nero”, sarà avviata una verifica fiscale mirata al recupero a tassazione di tutti i proventi irregolarmente riscossi con conseguente aggravio delle relative sanzioni.

Dal Comando Provinciale di Novara il colonnello Angelo Russo ha dichiarato “Un giro di vite contro la tendenza consolidata nel tempo di affittare gli immobili senza alcun contratto, ma con un semplice accordo economico tra le parti che danneggia evidentemente e, come al solito, i contribuenti onesti”.

Monica Curino

 

Articolo di: giovedì, 27 settembre 2012, 1:32 p.

Dal Territorio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio
MAGGIORA - Abigaille Zanetta era nata a Suno nel 1875, ma la sua famiglia, il papà Bartolomeo e la mamma Maddalena Marucco,  era originaria di Maggiora. E sempre a Maggiora  iniziò la sua carriera professionale come insegnante presso il locale Asilo Infantile. Attività questa che non l’avrebbe fatta assurgere agli onori della cronaca tanto da essere(...)

continua »

Altre notizie

^ Top