Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 24 novembre 2017
Articolo di: venerdì, 01 febbraio 2013, 1:40 p.

Piovino di Borgomanero, tra qualche mese arrivano gli speed check?

L’ipotesi in Consiglio Comunale, quando si è discusso della frazione dove le auto sfrecciano

BORGOMANERO - Il Consiglio comunale al termine di un acceso dibattito ha respinto lunedì sera la mozione presentata dal capogruppo del “Movimento Cinque Stelle- Beppe Grillo” Massimo Fontaneto che chiedeva l’adozione di idonee misure atte a delimitare la velocità sulla strada provinciale n.85 “Borgomanero – Gargallo” e il potenziamento dell’illuminazione pubblica nella località collinare. La maggioranza di centrodestra, guidata dal sindaco Anna Tinivella, pur condividendo il contenuto della mozione aveva chiesto che ne fosse modificato il testo nella parte iniziale, dove veniva evidenziata la presunta inerzia da parte dell’Amministrazione comunale a fornire risposte concrete agli abitanti di Piovino (diversi dei quali erano presenti lunedì in aula) ai quali sarebbero state fatte promesse in campagna elettorale che, ha sottolineato Fontaneto «puntualmente non sono state mantenute».
«La mozione – ha detto il vicesindaco Sergio Bossi – evidenzia problematiche che nessun amministratore non potrebbe non prendere in considerazione. Quello che non posso condividere è che si dica che il nostro interessamento ai problemi della frazione sia stato limitato al periodo della campagna elettorale. Nell’ottobre scorso abbiamo chiesto a Enel Sole di presentarci un preventivo per l’installazione di 17 nuovi punti luce. Stiamo cercando tra le pieghe del bilancio di reperire le risorse necessarie per finanziare l’opera. Per quanto riguarda invece la limitazione della velocità non abbiamo neppure chiesto alla Provincia di installare lungo la strada dei dossi artificiali in quanto il Ministero delle Infrastrutture già nell’ottobre del 2011 li aveva giudicati fuori legge». «Avremmo voluto posizionare gli “speed check” (involucri di plastica a forma cilindrica al cui interno vengono collocate apparecchiature in grado di rilevare la velocità, ndr) – ha aggiunto l’assessore alla Polizia Urbana Ignazio Stefano Zanetta – ma a novembre il Ministero dei Trasporti ha precisato con una Circolare che gli speed check possono essere installati solo in presenza di un’apparecchiatura autovelox. Ci stiamo attrezzando per avere questa apparecchiatura. Ci vorranno però ancora un paio di mesi». «Siamo perfettamente consapevoli che i dossi artificiali sono fuori legge – ha replicato Fontaneto – e in alternativa chiediamo di valutare la possibilità di realizzare dei passaggi pedonali rialzati».
«Sottoporrò la proposta ai nostri uffici tecnici – ha assicurato l’assessore provinciale ai trasporti Gianluca Godio (Fratelli d’Italia) – per verificare se sussistano le condizioni». «In campagna elettorale non abbiamo fatto promesse a Piovino – ha detto il sindaco Tinivella – ma in questa sede garantiamo il nostro impegno, compatibilmente con le risorse a disposizione per affrontare e risolvere i problemi evidenziati». I consiglieri di maggioranza Giancarlo Vezzola e “Chicco” Valsesia hanno chiesto a Fontaneto di ritirare la mozione o, in subordine, di modificarne il testo. «Assolutamente no – è stata la sua risposta – perché la mozione è stata condivisa e controfirmata da 52 piovinesi». Al voto non hanno partecipato Gianni Barcellini (Lista civica per Borgomanero) e i Pd Hassan Pagano e Margherita Brigonzi i quali, pur condividendo il contenuto della mozione, hanno ritenuto che il dibattito in aula fosse uscito dagli schemi assumendo toni da campagna elettorale.Nella stessa seduta il Consiglio ha anche respinto la mozione del Pd finalizzata ad ottenere il ripristino di alcuni posteggi per i disabili in piazza Martiri dove da mesi vige il divieto permanente di sosta. «Esistono già dei posteggi per disabili nelle vicinanze – è stata la risposta del sindaco – in corso Roma e in corso Mazzini».

Carlo Panizza

Articolo di: venerdì, 01 febbraio 2013, 1:40 p.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top