Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 18 dicembre 2017
Articolo di: sabato, 15 gennaio 2011, 5:10 p.

Presto le stronaliti saranno al loro posto

Grazie all'apertura della nuova ala geologica del museo naturalistico

Valle Strona. Con l’arrivo della bella stagione le Stronaliti troveranno una sistemazione degna della loro importanza. Sarà infatti il piccolo borgo di Sambughetto situato a 765 metri di altezza ad ospitare quelle rocce tipiche della Valle Strona che affiorano, contrariamente a quanto succede nel resto nel mondo, sulla superficie. E’ questa una caratteristica della morfologia presente nella valle “dei pinocchi” (come spesso viene chiamata per via della sua tradizione artigianale legata alla produzione di accessori in legno), sconosciuto in Italia ed abbastanza raro in Europa.

Una sorta di rovescio della medaglia che ha tutte le carte in regole per portare fortuna a questo “spicchio” di alto Cusio. A Sambughetto verrà realizzato entro l’estate, all’interno di una struttura già esistente, la sezione geologica del museo naturalistico. L’opera è attesa da anni e, come racconta il sindaco di Valstrona Giorgio Gaudina, ci si augura possa contribuire a dare una svolta turistica alla Valle. “Dopo anni di attese finalmente potremo inaugurare la sezione geologica di questo museo, ospitata nel piano inferiore di questo fabbricato a cui si accede sia da una scala interna che dall’esterno.

In questi spazi verranno sistemati i campioni litologici e mineralogici classificati dai ricercatori del dipartimento di scienze della terra dell’Università di Modena coordinati dal professor Antonio Rossi ed elementi della collezione mineralogica del gruppo grotte del Cai di Novara. Chi mi ha preceduto in veste di amministratore aveva individuato negli anni 90 l’importanza di realizzare questo sito giustificato dalla presenza di cavità carsiche non lontane dal museo. Al loro interno la presenza di abbondanti resti paleontologici e di fauna fossile accanto al marmo ed alle altre rocce ne ha motivato da sempre la necessità di conservazione e studio. Quindi dopo tanta attesa adesso cominceremo a raccogliere i risultati portati avanti da studi appassionati”.

Mario Bertolami, geologo ormai scomparso, è colui che per primo scoprì le stronaliti e grazie alla sua professione ed al forte legame con la valle. “Il museo porterà il suo nome, come deliberato in Consiglio comunale- ha aggiunto Gaudina- e tra i pannelli illustrativi troverà posto in questa sezione museale la carta geologica di Mario Bertolami, per vedere completamente l’affioramento delle rocce nella valle”. I ringraziamenti del sindaco vanno però anche all’indirizzo di chi ha finanziato completamente il lavoro: la fondazione Cariplo. “Grazie agli 80.000 euro ricevuti completiamo questa porzione di museo. Resta la sezione paleontologica, al piano superiore. Per quest’ultima però dovremo attendere ancora un po’ di tempo, non solo per l’assenza di contributi ma anche per complessità del lavoro di classificazione dei reperti fossili tra cui c’è anche la presenza dell’Orso”.

Da Sambughetto in linea d’aria la vista incontra Massiola, l’ultimo comune della Valle; volgendo lo sguardo in basso c’è la frazione Marmo che ospita il museo dell’artigianato e del lavoro della Valle Strona, inserito nel circuito dell’ecomuseo “Cusius” del lago d’Orta e Mottarone. Lo stesso percorso lo compirà il museo di Sambughetto che potrà ampliare l’orizzonte al di là del suo già splendido panorama.

Articolo di: sabato, 15 gennaio 2011, 5:10 p.

Dal Territorio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio
MAGGIORA - Abigaille Zanetta era nata a Suno nel 1875, ma la sua famiglia, il papà Bartolomeo e la mamma Maddalena Marucco,  era originaria di Maggiora. E sempre a Maggiora  iniziò la sua carriera professionale come insegnante presso il locale Asilo Infantile. Attività questa che non l’avrebbe fatta assurgere agli onori della cronaca tanto da essere(...)

continua »

Altre notizie

^ Top