Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 21 febbraio 2018
Articolo di: sabato, 05 maggio 2012, 9:23 p.

Primo gran premio del Nord-Ovest per cinofili a Borgomanero

Grande successo dell'iniziativa al Campo cinoagonistico borgomanerese

BORGOMANERO - Primo Gran Premio del Nord-Ovest, negli scorsi giorni, al Centro cinoagonistico borgomanerese guidato dal responsabile Leonardo Roman.

A promuovere l'evento, il Csaa-Legambiente per neofiti cinofili e cinofili esperti nel lavoro con il proprio amico a quattro zampe. Coinvolti molti novaresi e non solo.

Le gare, essendo aperte a tutti, hanno spaziato dalla semplice obbedienza alle gare più specifiche di utilità e difesa alle gare di protezione civile.

I partecipanti erano suddivisi in due fronti, una utilità e difesa e protezione civile, per entrambe le categorie la gara suddivisa in due parti, una di obbedienza ed ostacoli di palestra ed una specifica della categoria.


Le future unità del nucleo Laika vi hanno preso parte per testare dopo pochi mesi il grado di preparazione e in particolare testare il grado di stress del conduttore sottoposto a giudizio. In tutte le categorie, dalla base alle categorie più avanzate, dove si sono schierate le unità già brevettate, i risultati sono stati veramenti ottimi e hanno permesso di raccogliere molti giudizi 'eccellenti' e molti 'molto buono'.

PER VEDERE LA FOTOGALLERY CLICCA QUI

"Questa nuova disciplina di portare la ricerca da soccorso in sportività - spiegano dal gruppo Laika - può essere l'occasione per far avvicinare nuova gente al settore della cinofilia come sport e chissà magari in un futuro anche alla vera attività".

Il nucleo, nato nel 1992 prima come VV.F. cinofili e poi dal '98 come nucleo Laika, ha subito una trasformazione alla fine del 2005, quando con il ricambio generazionale delle unità cinofile e il cambio anche di mentalità nell'addestramento ha imboccato "la strada che a tutt'oggi sta dando importanti risultati a tutti".

Il nucleo è anche impegnato nella ricerca dispersi in superficie con ben 5 unità operative. Ha anche l'operatività per ricerca dispersi sotto le macerie.

Monica Curino

Articolo di: sabato, 05 maggio 2012, 9:23 p.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top