Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 23 gennaio 2018
Articolo di: lunedì, 02 gennaio 2012, 8:32 m.

Qualità dell’aria: «Sul problema non c’è chiarezza»

Dure critiche del Sel di Borgomanero

BORGOMANERO - La decisione della Provincia di Novara di limitare il traffico automobilistico sulle strade novaresi attraverso l’introduzione delle “targhe alterne” per due settimane così da ridurre la presenza nell’aria delle polveri sottili continua a far discutere. Dopo le dichiarazioni rilasciate al “Corriere di Novara” dal sindaco di Borgomanero Anna Tinivella che aveva espresso forti perplessità nei confronti del provvedimento e aveva sostenuto che il problema dell’inquinamento atmosferico avrebbe dovuto essere affrontato in modo diverso, educando i cittadini ad utilizzare i mezzi pubblici e a spostarsi in città a piedi o in bicicletta, interviene ora il capogruppo a Palazzo Tornielli di “Sinistra ecologia e libertà” Gabriele Caione. In un comunicato stampa Caione replica a Tinivella: “Siamo stati particolarmente impressionati – sostiene  dalle dichiarazioni del primo cittadino dalle quali emerge la sua impossibilità ad affrontare con chiarezza il problema. Nulla si sa ad esempio della destinazione dei corsi dopo la loro sistemazione. I commercianti del centro storico aspettano una risposta, ma come loro tutti i cittadini, anche i bambini, particolarmente esposti all’inquinamento causato dal traffico. Noi sappiamo benissimo che questo problema non si risolve dall’oggi al domani e che bisogna lavorare molto, con la partecipazione di tutti per affrontarlo adeguatamente. Per questo il nostro partito sta lavorando seriamente per avere un ruolo importante e decisivo nel prossimo Consiglio comunale. Non vediamo nell’attuale piano regolatore nessuna delle basi sulle quali costruire il futuro sostenibile della città. Nulla si dice ad esempio di una diversa concezione della mobilità urbana meno inquinante che vuol dire: zone di sosta periferiche, collegamenti con il centro storico con mezzi ecocompatibili, piste ciclabili dignitose, eccetera. Noi vogliamo che le persone tornino a frequentare il centro per ridare vita alla nostra città”.

Carlo Panizza

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato 

Articolo di: lunedì, 02 gennaio 2012, 8:32 m.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top