Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 20 novembre 2017
Articolo di: domenica, 23 dicembre 2012, 8:20 p.

Quasi completato il trasloco di Oculistica da Arona a Borgomanero

Entro metà gennaio il reparto diretto da Vito Belloli sarà sistemato definitivamente al Ss. Trinità

BORGOMANERO – E’ in fase avanzata il trasloco per il reparto di Oculistica che ha lasciato l’Ospedale di Arona per trasferirsi all’Ospedale Ss. Trinità di Borgomanero. “Per qualche settimana – dice in proposito il direttore sanitario dell’Asl Arabella Fontana – il reparto è stato sistemato al sesto piano in attesa di spostarsi entro metà gennaio al quinto piano dove sono comunque già disponibili alcune camere di degenza per quei pazienti affetti da patologie richiedono il ricovero”. Il trasferimento è la conseguenza delle modifiche organizzative con la trasformazione del presidio ospedaliero in presidio sanitario territoriale che ha in pratica portato al “declassamento” dell’’Ospedale di Arona in “Cap” (Centro di assistenza primaria). Il reparto di oculistica continuerà ad essere diretto dal dottor Vito Belloli (nella foto) ed è considerato uno dei reparti di eccellenza tra i più importanti in Italia. Nel 2010 (questi gli ultimi dati disponibili) ad Arona erano stati effettuati 3421 interventi di cui 1800 per cataratta e 400 per lesioni alla retina. Sempre nel 2010 erano stati inoltre eseguiti cinque trapianti di cornee mentre le prestazioni ambulatoriali avevano raggiunto quota 23.000. Un reparto all’avanguardia dotato di sofisticate apparecchiature tra cui il “Visante oct” strumento in grado di effettuare la diagnosi precisa del segmento anteriore dell’occhio.

Carlo Panizza


Articolo di: domenica, 23 dicembre 2012, 8:20 p.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top