Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 23 gennaio 2018
Articolo di: domenica, 09 ottobre 2011, 5:29 m.

Quel doppio senso che non ti aspetti

A Borgomanero nei corsi Garibladi e Mazzini

BORGOMANERO - La temporanea reintroduzione del doppio senso di marcia nei corsi Garibaldi e Mazzini ha colto di sorpresa tanti automobilisti abituati ormai da oltre un anno a percorrere le due importanti arterie del centro cittadino a senso unico. Giovedì mattina lungo corso Garibaldi due auto hanno rischiato la collisione perchè uno dei due conducenti, ignaro del ripristino del doppio senso di circolazione stava tranquillamente procedendo al centro della carreggiata quando si è trovato di fronte l’altro veicolo. La modifica della viabilità interna, segnalata con la nuova cartellonistica era stata annunciata una settimana fa dal sindaco Tinivella durante un incontro con giornalisti e commercianti che erano stati convocati a Palazzo Tornielli per essere aggiornati sullo stato di avanzamento dei lavori di rifacimento della pavimentazione e dei sottoservizi lungo i corsi Cavour e Roma. O più precisamente sulle modifiche apportate al progetto originario che non prevedeva la sostituzione delle rete del gas la cui gestione è passata sotto il controllo di “Metanprogetti”. L’azienda, contrariamente alle scelte fatte  dall’ex gestore, ha ritenuto di intervenire sostituendo tutte le tubazioni. Il Comune, d’intesa con l’impresa appaltatrice dell’opera ha così deciso, anche per motivi di sicurezza, anziché lavorare nei corsi Roma e Cavour con micro-cantieri che avrebbero bloccato una sola corsia, di interdire alla circolazione stradale tutta la carreggiata. In pochi giorni è stata così predisposta la nuova segnaletica e da mercoledì il provvedimento è in vigore. Forse, diciamo noi, per i primi giorni  per riabituare gli automobilisti a percorrere nel doppio senso di marcia i corsi Mazzini e Garibaldi sarebbe stata opportuna una maggiore presenza in loco della Polizia Municipale.

Carlo Panizza

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato 

Articolo di: domenica, 09 ottobre 2011, 5:29 m.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top