Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 17 dicembre 2017
Articolo di: giovedì, 31 maggio 2012, 12:24 p.

Raccolta di firme per non far chiudere l'Arona-Santhià

La promuove il Movimento Consumatori Valsesia sui treni e presso la sede di Gattinara

ROMAGNANO SESIA - Lo scottante argomento del taglio che Trenitalia intende compiere sulla linea ferroviaria che da Santhià porta i passeggeri ad Arona, sostituendo i treni con i bus, sta impegnando anche il Movimento Consumatori della Valsesia, in coordinamento con il Comitato Regionale piemontese dell’Associazione a Torino. «A supporto della protesta dei viaggiatori - dicono dal Movimento Consumatori - e al fine di contrastare il grave provvedimento, il Movimento si è rivolto ai funzionari della Regione con una specifica richiesta di ulteriori e più precise informazioni e dati sulla questione. In particolare, Movimento Consumatori intende verificare alcuni essenziali particolari sulle motivazioni addotte da Trenitalia e dall’Assessore regionale ai Trasporti, a partire dai dati relativi al numero di viaggiatori che si servono quotidianamente del treno. Va considerato, infatti, che la linea serve utenti della bassa Valsesia e del Novarese sia in direzione Santhià, per coloro che sono diretti a Torino, che nell’opposta direzione verso Arona, ugualmente utilizzata dai pendolari, ma che serve anche come mezzo di trasporto comodo e veloce per tutti coloro che vogliono raggiungere il Lago Maggiore. Ciò che preoccupa, soprattutto i pendolari, per evidenti ragioni di orari, è che il viaggio su strada non potrà sicuramente essere veloce come quello su rotaia: si dovrà svolgere su strade a volte strette, con la possibilità in inverno di nebbie anche fitte e/o di strade innevate, poco e mal mantenute dagli enti pubblici proprietari, ormai stremati dai tagli alle finanze subiti da parte di tutti gli ultimi Governi centrali dello Stato». Nei prossimi giorni partirà la raccolta di firme sulla petizione che il comitato dei pendolari sta predisponendo e che si svolgerà sui treni che (ancora) trasportano soprattutto lavoratori e studenti. «Movimento Consumatori Valsesia appoggia, senza riserve, la protesta dei pendolari e raccoglierà sulla medesima petizione le firme di tutti cittadini, anche se utenti possibili od occasionali della linea, che vogliano dare sostegno a questa azione, anche presso la sua sede di Gattinara, presso l’Informagiovani di Piazza Italia 6» concludono i promotori. La raccolta delle firme proseguirà nelle settimane seguenti, negli orari di apertura dello sportello il giovedì dalle 15.30 alle 18.30 ed il sabato dalle 9.30 alle 12.30.

Paolo Usellini

Articolo di: giovedì, 31 maggio 2012, 12:24 p.
^ Top