Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 16 dicembre 2017
Articolo di: domenica, 12 giugno 2011, 10:05 m.

Riflettori accesi sul 26° Palio di Maggiora

Dall'11 al 19 giugno: evento clou la Corsa delle Botti

MAGGIORA Torna da sabato 11 a domenica 19 giugno, il 26° Palio dei Rioni, iniziativa folkloristica, enogastronomica e culturale che vedrà come eventi principali la “Corsa delle botti” tra i Comuni e le associazioni aderenti all’Atl di Novara, le tre serate folkloristiche previste per oggi, domani e giovedì 16 con gruppi provenienti dall’Uruguay, Russia, Irlanda e la tradizionale “Corsa delle botti” dei quattro Rioni di Maggiora (domenica 19 giugno). Fulcro della manifestazione sarà il parco comunale di via Dante. Organizzatrice del calendario delle iniziative è l’associazione “A.R. Magistrato del Palio”, in collaborazione con il Comune di Maggiora, Atl Novara, Camera di Commercio Novara e il parco culturale Terre di Vino e di Riso. I comuni e le associazioni aderenti al Consorzio Atl, si confronteranno domani dalle 17 nella “Corsa delle Botti Trofeo Atl”. Ogni comune (Agrate Conturbia, Boca, Bogogno, Borgomanero, Briona, Casalino, Fara Novarese, Fontaneto d’Agogna, Gattinara, Ghemme, Maggiora, Prato Sesia, Romagnano Sesia, San Nazzaro Sesia, Sizzano, Veruno, Vespolate, Vicolungo) vedrà partecipare quattro concorrenti divisi in batterie. I primi due vincitori per ogni batteria si scontreranno fino a gareggiare nella corsa finale che proclamerà la squadra trionfatrice. «Evento clou del Palio – dicono i promotori - sarà la tradizionale “Corsa delle botti” dei quattro rioni maggioresi: Cavaiasca, Cascigni, Valeggia e Malviraa di domenica 19 giugno dalle 18.30. Dopo la sfilata dei Rioni e degli Sbandieratori di Santa Caterina d’Asti, le quattro contrade disputeranno la gara: dovranno fare rotolare le botti di 160 chili nel minor tempo possibile, per un percorso di circa un chilometro. Ogni squadra avrà a disposizione nove spingitori ma ne potrà impiegare solamente tre per volta. Il record risale al 2007 e spetta al rione Cavaiasca che da sei anni trionfa nella corsa: 3 minuti, 30 secondi e 51 primi. Per il terzo anno la Corsa delle Botti prevede anche una gara tutta al femminile: otto ragazze per ogni rione disputeranno la corsa facendo rotolare botti da 60 kg su un percorso ridotto di 600 metri che segue lo stesso tragitto della corsa maschile (con partenza da via Vittorio Emanuele)». A concludere i festeggiamenti lo spettacolo pirotecnico alle 23.30. «Nei nove giorni di festa – continuano i promotori - il parco comunale ospiterà per il decimo anno la “Cantina D’la Ghjibùlà” che proporrà i vini prodotti dalle Cantine dei Colli Novaresi e provenienti da oltre trenta produttori del territorio. Offrirà  degustazioni con particolare attenzione al Boca, il vino principale di Maggiora. La cucina del Palio proporrà inoltre a tutti gli spettatori la possibilità di gustare i piatti tipici della cucina maggiorese, tra cui lo stufato d’asino, l’arrosto al Boca, i salumi tipici Novaresi, i primi a base di cinghiale e i dolci di ricotta con uva passita di Nebbiolo. Dal 1986, anno che ha visto la nascita del Palio, parte del ricavato viene devoluto in beneficenza. Quest’anno il Palio donerà parte del ricavato all’Avis di Maggiora (Associazione Italiana Donatori Sangue) e al fondo comunale per le famiglie bisognose».

Paolo Usellini

 

Articolo di: domenica, 12 giugno 2011, 10:05 m.
^ Top