Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 22 gennaio 2018
Articolo di: lunedì, 06 novembre 2017, 1:48 p.

Risparmione: riaperto (in parte)

Ma ancora molto resta da fare

L’incubo è (forse) finito e il “Risparmione” di Suno, seppur parzialmente e condizionato da una serie di interventi ancora in corso e che dovranno essere realizzati a breve, ha comunque potuto rialzare la serranda nella mattinata di  venerdì, nel settore che riguarda il supermercato di alimentari e in parte del primo piano. L’atteso via libera è arrivato la sera precedente dal sindaco Riccardo Giuliani, che ha provveduto, dopo aver verificato tutta la documentazione presentata dalla proprietà, a revocare l’ordinanza di chiusura emessa da lui stesso tre settimane prima: «Si tratta di una riapertura temporanea e parziale - ci ha precisato nella giornata di ieri il primo cittadino sunese - Abbiamo preso atto di quello che i responsabili dell’esercizio commerciale si erano impegnati a compiere e che hanno effettivamente realizzato, ovvero quegli interventi considerati della massima urgenza. L’elenco di una serie di ulteriori lavori di messa a norma della struttura è stato predisposto dai Vigili del fuoco - ha aggiunto Giuliani - con tanto di una tempistica accurata. Per alcuni si parla di meno di una settimana, per altri qualcosa in più. In ogni caso vigileremo affinché tutto venga eseguito nel rispetto di questo nuovo programma, perché non ci saranno ulteriori dilazioni», ha concluso con questa vera e propria ammonizione.
La riapertura del “Risparmione”, della cui vicenda si era interessata la stessa sottosegretaria al Lavoro Franca Biondelli partecipando a uno degli incontri in Prefettura, significa un sospiro di sollievo soprattutto per i circa settanta addetti, che nelle ultime settimane avevano davvero temuto per il loro futuro occupazionale. Cauta soddisfazione è giunta pure dal mondo sindacale, anche se non bisognerà «abbassare la guardia». I lavoratori, inoltre, saranno i primi a verificare che tutto prosegua per il meglio.

Luca Mattioli

Articolo di: lunedì, 06 novembre 2017, 1:48 p.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top