Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 25 giugno 2017
Articolo di: venerdì, 18 gennaio 2013, 1:59 p.

Romagnano, anche l'associazione La Torre-Matarella dice no alle scorie

"Impiegare gli scarti di fonderia per costruire la tangenziale è un'idea assurda"

ROMAGNANO - Ai tanti no all'utilizzo delle scorie di fonderia per costruire la tangenziale di Romagnano si aggiunge anche quello dell'Associazione La Torre-Matarella, impegnata nella lotta alle mafie. Attraverso la sezione locale di Romagnano Sesia e Grignasco, il gruppo sta seguendo con attenzione la vicenda. "Vogliamo unire la nostra voce a quella del Comune di Romagnano Sesia, delle associazioni locali e provinciali, di tutti i cittadini interessati ad impedire che attraverso un positivo progetto (la variante sud-est della tangenziale della Mauletta che alleggerirebbe il traffico di passaggio su Romagnano Sesia) venga attuato un possibile inquinamento di un territorio di alta valenza agricola - si legge in un comunicato dell'associazione - L'idea assurda di impiegare per la massicciata stradale diverse centinaia di migliaia di metri cubi di rifiuti derivanti dal trattamento di scarti di fonderia e similari potrebbe avere questo risultato negativo e risponde solo ad una logica di risparmio sui costi di attuazione del manufatto".Il no dell'associazione deriva non solo da timori legati all'ambiente: "Troppo spesso, a posteriori, si è verificato che interventi fatti passare per buone pratiche si sono poi rivelati dannosi e surrettiziamente usati per smaltire rifiuti inquinanti in modo non congruo. E troppo spesso le iniziative della Magistratura hanno rivelato, in questo settore, interessi inconfessabili e collusioni con la criminalità organizzata". Difficilissimo per un semplice Comune realizzare tutti i controlli del caso. Proprio per questi motivi, conclude il comunicato: "L'Associazione La Torre-Mattarella si schiera a fianco del Comune di Romagnano Sesia, delle associazioni e dei comitati locali, di tutti i cittadini nella loro battaglia contro chi ha proposto questa soluzione per la variante della Mauletta".

Lucia Panagini

Articolo di: venerdì, 18 gennaio 2013, 1:59 p.
youkata
^ Top