Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 21 ottobre 2017
Articolo di: mercoledì, 23 gennaio 2013, 8:23 p.

Romagnano-Santhià, "la Regione intervenga subito"

La richiesta della Provincia di Vercelli che gestisce la tratta

Anche la Provincia di Vercelli, oltre che i pendolari, chiede un intervento immediato della Regione per scongiurare la sospensione dei pullman sulla tratta Arona-Santhià. Fermato il servizio su rotaia lo scorso 16 giugno, le autocorse sostitutive sono state affidate alle Province di Novara e Vercelli: la prima nel tratto tra Arona e Romagnano, la seconda nel tratto tra Romagnano e Santhià. Proprio quest'ultimo è a rischio, dopo che ieri le società concessionarie hanno annunciato la sospensione del servizio a partire dal 1° febbraio se non si provvederà a regolarizzare la situazione economica e contrattuale.

Già a fine dicembre, si apprende dal documento della Provincia di Vercelli, l'amministrazione vercellese aveva comunicato alla Regione Piemonte la difficoltà nel proseguire il servizio se non fossero arrivati dei fondi, garantendone la copertura solo fino al 31 gennaio. Ma ancora ad oggi non sono giunte comunicazioni certe riguardo ai finanziamenti per il 2013. Ora che le società sembrano decise a lasciare i pendolari a piedi, la Provincia si rivolge nuovamente in Regione, sollecitando la decisione sui budget chilometrici, sulle risorse per erogare i servizi e sulle mitigazioni tariffarie: "Il sollecito deriva della necessità di dover continuare a garantire quei servizi di trasporto pubblico che sostituiscono in particolare le linee ferroviarie sospese - si legge nel documento - evitando quindi di creare  ulteriori disagi a quegli utenti già penalizzati in precedenza". 

Lucia Panagini


Articolo di: mercoledì, 23 gennaio 2013, 8:23 p.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top