Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 18 novembre 2017
Articolo di: martedì, 17 luglio 2012, 5:35 p.

Rubinetteria: rallentano le esportazioni

Lo dicono i dati dell’“Osservatorio sull’export” per il primo trimestre 2012

Un rallentamento generale dell’export novarese. E’ quanto emerge dall’“Osservatorio sull’export” di Fondazione Edison, Ain e Camera di Commercio relativi al primo trimestre 2012. Per quanto riguarda in maniera specifica la rubinetteria sia a livello nazionale sia a livello provinciale nel primo trimestre del 2012 prosegue il rallentamento delle esportazioni di rubinetteria e valvolame, più accentuato nella provincia novarese dove la dinamica dell’export permane in territorio negativo, registrando un -0,4% rispetto al primo trimestre 2011. Anche a livello nazionale la crescita dell’export si riduce, portandosi al +3,7%, ma rimanendo comunque in territorio positivo. Si ricorda, tuttavia, che tale miglior andamento è dato dal fatto che a livello nazionale la voce ‘macchine di impiego generale’ include, oltre alla rubinetteria, diversi altri tipi di apparecchi meccanici e macchinari, mentre a livello provinciale la voce include quasi esclusivamente la rubinetteria, che risente in maniera particolare dell’aggravarsi della crisi nel settore immobiliare ed edilizio. Nei primi tre mesi dell’anno aumentano soprattutto le esportazioni verso la Russia (+47,3%), che nella classifica dei principali Paesi di destinazione dell’export novarese si porta all’ottavo posto dall’undicesimo che occupava nel primo trimestre 2011. Aumentano considerevolmente l’export verso gli Stati Uniti (+31,1%) e quello verso il Belgio (+17,2%), mentre si contrae pesantemente quello verso la Grecia (-48,4%), la Svizzera (-26,6%), il Regno Unito (-20,5%). La Francia e la Germania si confermano i principali paesi di destinazione della rubinetteria novarese (con una crescita pari, rispettivamente, al +10,2% e al +6,6%). Relativamente all’export verso i Brics, le esportazioni di rubinetteria-valvolame rappresentano, nel primo trimestre del 2012, oltre il 20% dell’export manifatturiero complessivo della provincia in questi paesi. L’export del settore verso i Brics, pari a 9,9 milioni di euro, è tuttavia calato del 6,9%, complice la forte riduzione delle esportazioni verso la Cina (-69,9%). Risulta invece in aumento l’export verso il Brasile (+83,7%), che si mantiene tuttavia su livelli assoluti molto ridotti (0,5 milioni), quello verso l’India (+17,8%) e quello verso la Russia (+47,3%). Quest’ultimo, tra i Brics, rappresenta il paese più importante verso il quale nel primo trimestre del 2012 è stata esportata rubinetteria per 6,4 milioni di euro.

Lucia Panagini

Articolo di: martedì, 17 luglio 2012, 5:35 p.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top