Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 23 gennaio 2018
Articolo di: venerdì, 07 ottobre 2011, 9:07 p.

Sacri Monti, dimissioni di massa

Per protesta contro il comune di Orta

ORTA SAN GIULIO - Dimissioni all’Ente di Gestione dei Sacri Monti di Orta, Mesma e Buccione. Come annunciato nel corso dell’estate, confermate quelle del presidente, padre Angelo Manzini (che rimane in carica come consigliere). Giungono, nel frattempo, anche quelle del vicepresidente Guido Locatelli e del consigliere Fabrizio Morea (a suo tempo nominati esponenti di maggioranza e minoranza del Comune di Orta), Giovanni Faravelli (Ameno), Piergiorgio Ragazzoni e Nadia Gallarotti (espressi dal Consiglio regionale). Rimangono in carica i due membri dei Sacri Monti di Orta e Mesma (padre Manzini e padre Daniele Mellano), Maria Adele Garavaglia (per la Provincia di Novara), Katia Caliò e Vanessa Creola (nominate da Consiglio e Giunta piemontesi), Cesare Ruga (Comune di Gozzano), Giovanni Bernascone (Orta) e Ivana Giovanetti (Ameno). Le motivazioni delle dimissioni fanno riferimento, secondo quanto si apprende da una nota, ad un “gesto di protesta contro il silenzio del Comune di Orta su problemi che riguardano la  vita amministrativa del Parco, patrimonio dell’Umanità”. Secondo quanto denunciato, sarebbero stati persi 300mila euro per un progetto non andato in porto, mentre altri 150mila sarebbero sfumati per la mancata approvazione di un ulteriore progetto per realizzare servizi igienici ed autorimesse.

Padre Manzini, da noi interpellato, ha rilevato come potrebbe essere concreto il rischio che non giungano nemmeno i 560mila euro che avrebbero dovuto essere utilizzati per l’illuminazione del sito e ha ribadito «la perdita di fiducia verso l’Amministrazione comunale» che avrebbe «bloccato» alcune decisioni importanti per «un bene di cui la stessa città di Orta è proprietaria».

Maria Antonietta Trupia

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato 

Articolo di: venerdì, 07 ottobre 2011, 9:07 p.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top