Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 18 dicembre 2017
Articolo di: venerdì, 14 settembre 2012, 8:15 m.

San Leonardo al centro del service del Lions Club Borgomanero Host

“La scelta nasce dal profondo amore che abbiamo per la nostra città”

BORGOMANERO – La ristrutturazione del tetto e la messa in sicurezza della millenaria chiesa di San Leonardo saranno oggetto del “service” dell’annata sociale 2012-2013 del Lions Club Borgomanero Host. Lo ha annunciato giovedì sera al ristorante “Da Paniga” il neo presidente del sodalizio Sergio Poletti nel corso del meeting di apertura del nuovo anno “lionistico” preceduto alle 19 proprio nella Chiesa di San Leonardo da una messa in ricordo dei soci lions scomparsi celebrata dal prevosto don Piero Cerutti. Alla riunione conviviale sono intervenuti come ospiti lo stesso don Piero, lo storico Alfredo Papale che ha parlato della chiesa di San Leonardo dalle origini ai giorni nostri e l’architetto Giorgio Ingaramo, progettista dei lavori di restauro che comporteranno un impegno di spesa di quarantamila euro. “La scelta di intervenire sulla chiesetta dedicata a San Leonardo – ha spiegato Poletti – nasce dal profondo amore che abbiamo per la nostra città. L’intenzione è quella di ripristinare il tetto e successivamente di provvedere alla messa in sicurezza dell’edificio. Sarebbe un vero peccato che gli affreschi, a causa dell’acqua che penetra nella Chiesa si perdessero cancellando un pezzo importantissimo della nostra storia che vogliamo conservare”. Il “service”  ha ottenuto il benestare da parte del nuovo Consiglio direttivo del Lions che oltre che da Poletti risulta composto dai  vice presidenti Alberto Servini e Francesco Cerutti; dal past president Maurizio Huber dal segretario Roberto Zanetta; dal cerimoniere Giuseppe Cerutti; dal tesoriere Andrea Bobice e dai consiglieri Alessandro Barcellini, Adriano Cantamessa, Gaetano Lombardo, Antonio Olivari e Sergio Zanetta. Revisori dei conti saranno Carlo Annichini, Gianluca Dulio e Luca Maseroli, addetto stampa, Rino Casarotti mentre Vittorino Piana sarà l’addetto al settore informatico.

Carlo Panizza

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola o direttamente online in versione digitale sfogliabile 

Articolo di: venerdì, 14 settembre 2012, 8:15 m.

Dal Territorio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio

Era di Maggiora una delle "madri" del movimento operaio
MAGGIORA - Abigaille Zanetta era nata a Suno nel 1875, ma la sua famiglia, il papà Bartolomeo e la mamma Maddalena Marucco,  era originaria di Maggiora. E sempre a Maggiora  iniziò la sua carriera professionale come insegnante presso il locale Asilo Infantile. Attività questa che non l’avrebbe fatta assurgere agli onori della cronaca tanto da essere(...)

continua »

Altre notizie

^ Top