Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 16 dicembre 2017
Articolo di: sabato, 05 novembre 2011, 5:01 p.

Se il consigliere comunale fa pubblicità per “farsi ascoltare”

E’ Davide Brusotti di Ghemme

GHEMME - Fare una campagna pubblicitaria non è una cosa da poco. Anche per un’opposizione già abituata alle proteste in grande stile. “Ma stavolta ci voleva”: ne è certo Davide Brusotti, capogruppo della minoranza “Viva Ghemme Viva”, che da questo numero ha deciso di comprare degli spazi pubblicitari sul nostro giornale per mostrare il suo dissenso politico.

“Ghemme: cercasi consigliere di minoranza cieco, sordo e muto” si legge sull’inserzione che appare da oggi sul Corriere di Novara. “Sono queste le caratteristiche ideali per l’opposizione secondo il nostro sindaco” spiega Davide Brusotti. A provocare l’insolita iniziativa è stato un nuovo regolamento in materia di orari di ufficio che sarebbe già stato approvato in sede di commissione e starebbe per essere discusso nel prossimo consiglio comunale di Ghemme. “Orari modificati ma soprattutto l’introduzione di paletti per l’ingresso agli uffici comunali della minoranza” chiarisce Brusotti. Se fino ad oggi i rappresentanti dell’opposizione si recavano in Comune negli orari dedicati al pubblico, in futuro potrebbero entrare solo in momenti specifici indicati proprio dal regolamento.

Il motivo della decisione sarebbe evitare di far perdere tempo ai cittadini.

“Fin dall’inizio del mandato di questa amministrazione abbiamo avuto difficoltà nel reperire dei documenti - continua Brusotti - Tempi di attesa troppo lunghi, pretesti di ogni genere, ora però siamo arrivati addirittura a questo regolamento che ci boicotta al 100%”. Troppo complicato assentarsi dal lavoro o dagli impegni della vita quotidiana in orari così specifici per i consiglieri. “Se non hanno nulla da nascondere come non mancano di ripetere in ogni occasione perchè non ci lasciano libero accesso agli atti, che, ricordo, sono documenti pubblici” conclude Brusotti.

Lucia Panagini

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato 

Articolo di: sabato, 05 novembre 2011, 5:01 p.
^ Top