Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 17 dicembre 2017
Articolo di: giovedì, 17 febbraio 2011, 10:36 p.

Si brinda col Ghemme al Festival di Sanremo

Sarà degustato durante la cena la sera della finale il 19 febbraio

GHEMME - Anche il Ghemme sarà protagonista al Festival di Sanremo. Il Ghemme Torraccia del Piantavigna, infatti, sarà degustato dai circa 700 ospiti tra cantanti, vip e giurati, durante la cena del pre e dopo Festival il giorno della fatidica finale, sabato 19 febbraio. In abbinamento ai piatti ideati dagli chef novaresi del Consorzio Cusio Turismo, associazione che riunisce i professionisti dell’ospitalità di Novara e provincia, non poteva mancare il vino simbolo del territorio, il Ghemme appunto, rappresentato dall’azienda Torraccia del Piantavigna. Una scelta non casuale perché esprime la migliore qualità di questo vino, come dimostrato dai Tre Bicchieri della Guida Vini d’Italia Gambero Rosso. Non è solo il più importante vino della provincia di Novara, ma è anche uno dei vini “dell’Unità d’Italia”. Nel recetto di Ghemme, infatti, sono state ritrovate alcune bottiglie che riportano la data 1861. Ancora integre, erano state murate nelle pareti dell’edificio. Chissà, forse qualche mente lungimirante aveva già pensato di conservarle per i posteri, che avrebbero così potuto festeggiare nel migliore dei modi la festa nazionale... Il Ghemme Torraccia del Piantavigna è un vitigno  nebbiolo (90%) e vespolina (10%) prodotto nei vigneti in località Punciön con una filosofia di coltura ecocompatibile che riduce al minimo l’impiego di agenti chimici. 

Paolo Usellini

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato

Articolo di: giovedì, 17 febbraio 2011, 10:36 p.
^ Top