Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 15 dicembre 2017
Articolo di: martedì, 11 ottobre 2011, 5:07 m.

Sottopasso, spunta un accordo per arrivare all’apertura

Borgomanero: forse lieto fine per l’annosa vicenda

BORGOMANERO - Avrà forse un lieto fine la vicenda del sottopasso pedonale che oltre a permettere l’attraversamento dei binari della Stazione avrebbe dovuto collegare il piazzale della Stazione con le vie Piave e Maggiate. Attualmente è accessibile solo l’attraversamento dei binari. Per la realizzazione del manufatto il 26 ottobre 2000 venne sottoscritta una convenzione che prevedeva da parte del Comune un versamento a favore delle Ferrovie di 400 milioni delle vecchie lire. La costruzione dell’opera ha subito però negli anni forti rallentamenti causati da motivi diversi: dal fallimento di una delle imprese appaltatrici, alle infiltrazioni di acqua piovana causate dalla soletta che era stata danneggiata durante l’esecuzione dei lavori. Sei anni fa quando il sottopasso venne ultimato il Comune si rifiutò di prendere in carico il manufatto,la cui manutenzione (sia quella ordinaria sia quella straordinaria) sarebbe stata a suo carico. Nacque un contenzioso che approdò ben presto nelle aule giudiziarie. Il 12 maggio 2009 il Tribunale di Torino condannò Rfi a rifondere al Comune la somma di 64.910,88 euro oltre alle spese legali per 7800 euro e all’Iva. Contro tale sentenza Rfi presentò ricorso. I giudici della Corte d’Appello di Torino non hanno però ancora fissato l’udienza. Nel frattempo si è cercato di trovare un accordo extragiudiziale che a breve potrebbe essere siglato dalle “parti in causa”. Sarebbe stata infatti avanzata un’ipotesi transattiva del seguente tenore: “Rfi interviene strutturalmente sulle parti di sottopasso di competenza del Comune riparando i vizi e i difetti oggi esistenti; a fronte della consegna dell’opera a regola d’arte il Comune restituisce 50mila euro (trattenendo circa 15mila euro a titolo del risarcimento del danno, oltre alle spese di primo grado”. Gli amministratori locali rappresentati in giudizio dall’avvocato Ignazio Pagani, hanno esaminato la proposta e al riguardo la Giunta ha espresso parere favorevole. Se non vi saranno quindi intoppi l’apertura del sottopasso pedonale potrebbe essere questione di poche settimane. Dopo una lunga, estenuante attesa.

Carlo Panizza

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato 

Articolo di: martedì, 11 ottobre 2011, 5:07 m.
^ Top