Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 22 settembre 2017
Articolo di: martedì, 20 novembre 2012, 7:31 p.

Svelato il mistero del boato notturno: sarebbe stato un meteorite entrato in atmosfera

Un meteorite della dimensione di una noce

Sembra finalmente svelato il mistero del boato che, nella notte tra lunedì e martedì, ha svegliato molti novaresi; il rumore, tra l’altro, è stato ben percepito anche in Lomellina, in particolare nelle zone di Vigevano e Mortara.

L’episodio tra le 3,30 e le 3,50.

Nessuna esplosione, come invece si era ipotizzato nell’immediatezza dei fatti, ma anche nessun passaggio di un aereo o tantomeno nessun sparo. A quanto pare, infatti, si sarebbe trattato del passaggio di un meteorite, che, entrando in atmosfera, ha provocato un’onda subsonica e, quindi, si è disintegrato, senza cadere al suolo.

La spiegazione viene direttamente da Giuseppe DeAntoni del Centro geofisico del Torrion Quartara di Novara. “Avevo già avuto qualche sospetto. Ora tutto viene confermato dal Centro geofisico di Varese – spiega – Si è trattato di un meteorite di piccole dimensioni, non più grande di una noce, che è entrato in atmosfera, producendo un’onda subsonica. Il meteorite si è, quindi, disintegrato. Quando entra in atmosfera, l’aria si espande e produce come il rumore di un tuono lontano. Questo, in sintesi, quello che è accaduto. Il meteorite non ha, comunque, raggiunto il suolo: tanto che non è stato rilevato da nessuna stazione. L’episodio, non insolito, si è verificato in quota”.

Tra l’altro, tra il 19 e il 20, era prevista una tempesta o pioggia di Leonidi; una caduta di meteoriti. Un fenomeno che ben si collega al boato avvertito su gran parte del Nord Ovest d’Italia.

Monica Curino

Articolo di: martedì, 20 novembre 2012, 7:31 p.
youkata
^ Top