Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 14 dicembre 2017
Articolo di: lunedì, 19 marzo 2012, 4:43 p.

Trasporto pubblico a rischio esuberi

Cgil: "Se la Regione non cambia idea in fase di bilancio, a rischio i posti di lavoro".

BORGOMANERO - I sindacati hanno richiesto un incontro per discutere con Provincia e aziende il taglio al trasporto pubblico locale, che potrebbe a breve avere ricadute anche occupazionali. A rischiare, nel novarese, sarebbero soprattutto le aziende di trasporto che gestiscono le tratte extra-urbane: quelle del borgomanerese in primis. Proprio quest'area è stata una della più pesantemente coinvolte dal piano di riorganizzazione del trasporto pubblico varato dalla Provincia all'inizio del mese. Già da fine del 2011, infatti, la Regione ha tagliato del 15% circa le risorse destinate al trasporto pubblico locale. "Per ora non abbiamo avuto notizia di richieste di esubero o cassaintegrazione da aziende novaresi - spiega Massimiliano Di Gaeta, segretario Cgil Trasporti - Ma è certo che, se la diminuzione dei finanziamenti al trasporto pubblico sarà confermata anche in fase di approvazione del bilancio regionale, questo comporterà non pochi problemi alle imprese". Con il rischio, ovvio, di pesanti ricadute sui lavoratori. "Come sindacato abbiamo richiesto un incontro per confrontarci con la Provincia di Novara sui problemi specifici - continua Di Gaeta - A livello regionale la strada giusta ci sembra la razionalizzazione del servizio in un'ottica di un migliore convergenza tra le varie linee di autobus e il treno, senza però stravolgere radicalmente il servizio".

Lucia Panagini

Articolo di: lunedì, 19 marzo 2012, 4:43 p.
^ Top