Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 21 novembre 2017
Articolo di: giovedì, 30 agosto 2012, 8:52 m.

Tromba d'aria a Borgomanero, il Comune chiede lo stato di calamità

La richiesta sarà inoltrata tramite il Prefetto nei prossimi giorni. Ripulito anche l'alveo dell'Agogna

BORGOMANERO - Il Comune chiederà tramite il Prefetto lo stato di calamità naturale a seguito della tromba d'aria che sabato sera, 25 agosto, attorno alle 21.30 ha sconvolto la città causando danni per alcune centinaia di migliaia di euro. Una decisione in tal senso verrà ufficialmente presa nei prossimi giorni dalla Giunta che si riunirà esclusivamente per fare il punto della situazione che, grazie anche alle favorevoli condizioni climatiche, sta lentamente tornando alla normalità. «Diversi borgomaneresi che sono rientrati domenica dalle vacanze - dice il sindaco AnnaTinivella - hanno trovato la loro casa danneggiata. È estremamente difficile quantificare tutti danni anche perché ogni momento veniamo a conoscenza di quello che ha provocato la tromba d'aria». Case scoperchiate, parchi pubblici devastati con alberi sradicati dalla forza del vento o irreparabilmente lesionati dai fulmini, strade allagate mentre nella fascia collinare si sono verificate esondazione di alcuni riali e smottamenti di strade vicinali. Questo il drammatico bilancio ancora provvisorio di una serata di “ordinaria follia climatica” che ha costretto alla fuga centinaia di persone che si erano radunate in piazza Martiri per assistere ad un concerto di musica jazz offerto dall'Amministrazione comunale in occasione della festa patronale di San Bartolomeo. In un condominio in viale Kennedy costruito negli anni '60 il tetto in eternit è stato scoperchiato e numerosi pannelli contenenti fibre di amianto sono finiti in strada dopo un volo di oltre venti metri. Per procedere alla pulizia della carreggiata e alla rimozione dei detriti è stato chiesto l'intervento dei Vigili del Fuoco, dell'Asl e dell'Arpa. La circolazione stradale è rimasta bloccata domenica mattina per alcune ore. I Vigili del Fuoco assieme ai volontari della Protezione Civile e agli operai del Cantiere comunale hanno inoltre provveduto a ripulire alcuni punti dell'alveo dell’Agogna dove erano cadute alcune piante di grosse dimensioni. «Siamo stati costretti - dice il vicesindaco con delega alla Protezione civile Sergio Bossi - a chiudere alcune aree del Parco della Resistenza dove alcuni alberi sono stati letteralmente sradicati mentre per altri sarà necessario effettuare una verifica e decidere se procedere o meno al loro abbattimento per ragioni di sicurezza». La tromba d'aria ha colpito in modo particolare le frazioni di Santa Croce, Santo Stefano, Vergano e San Marco. Il nubifragio non ha neppure risparmiato la torre del Castello di Vergano che è stata gravemente danneggiata. Fortunatamente non sonostati segnalati danni alle persone.

Carlo Panizza

Articolo di: giovedì, 30 agosto 2012, 8:52 m.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top